Online il portale ENEA per le diagnosi energetiche
497 Views

Online il portale ENEA per le diagnosi energetiche

Le imprese che hanno l’obbligo di effettuare la diagnosi energetica dei propri impianti entro il 5 dicembre 2019, così come previsto dalla legge vigente (Decreto Legislativo 102/2014 che recepisce la direttiva europea n. 2012/27/UE), hanno da oggi un utile strumento di supporto online. ENEA ha infatti lanciato il suo nuovo portale dedicato alla diagnosi energetica, che consente alle imprese interessate di inserire in maniera rapida il rapporto di diagnosi e la documentazione utile.

Il sito, chiamato Audit 102 e disponibile all’indirizzo web https://audit102.enea.it, garantisce alle aziende la riservatezza dei dati trasmessi e la protezione degli stessi. Il nostro Paese, anche grazie a strumenti come questo, è fra gli Stati più virtuosi in Europa per quanto riguarda il corretto recepimento della normativa sull’obbligo di check-up energetico delle imprese. Il continuo dialogo fra ENEA e le imprese è possibile grazie alle diverse modalità di poter contattare l’ente, fra cui l’indirizzo mail dedicato alle domande sul nuovo portale: audit102.assistenzaportale@enea.it

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Collegato Ambiente: un fondo per la demolizione di edifici abusivi

In Italia le costruzioni abusive sono una vera e propria piaga sociale, soprattutto per il rischio idrogeologico e il rischio per la salute e la sicurezza dei cittadini connessi a

Ambiente

Il Demanio lancia il portale EnTer

L’Agenzia del Demanio ha ideato una piattaforma digitale per supportare e promuovere la valorizzazione immobiliare di beni di proprietà degli enti pubblici. La nuova rete informatica infatti raccoglierà quante più

Ambiente

Nuova direttiva europea sul riciclo consapevole

Il 4 luglio entreranno in vigore anche in Italia le nuove norme europee sull’ambiente atte ad alimentare un’economia circolare incentrata sul riciclo, che punta a disincentivare le discariche a favore