Online il Portale del Servizio Geologico d’Italia
528 Views

Online il Portale del Servizio Geologico d’Italia

Il portale dell’ISPRA (istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), ovvero la nuova versione del portale dedicato al Servizio Geologico d’Italia è online e contiene 36 banche dati, con la possibilità per gli utenti di navigare e confrontare le mappe presenti con i dati che provengono da altri enti che si occupano del settore. Le banche dati racchiudono tutte le informazioni raccolte dai professionisti sulla reale pericolosità geologica dei territori italiani, in particolare per quanto riguarda il rischio sismico e vulcanico.

Sono anche presenti tutti i dati raccolti per il Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo (ReNDiS), quello delle faglie e un inventario dei fenomeni franosi nel nostro Paese. Il portale è accessibile da PC, smartphone, tablet e smartTV, in modo da poter fruire in qualsiasi momento di tutte le informazioni utili su frane, faglie attive e pericolosità varie sparse nel nostro territorio, oltre a informazioni su tutti gli interventi compiuti per la difesa del suolo e la sicurezza. Per poter esplorare i dati si può partire dalla home page all’indirizzo http://portalesgi.isprambiente.it/it e cliccare su “Dati Geologici”. Le banche dati sono invece disponibili nell’area Geoviewer.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Sismabonus per chi compra case ricostruite

Fino a 96mila euro di spesa agevolabile e detrazioni fiscali maggiorate per chi sceglie di comprare un’unità immobiliare, anche in condominio, ricostruita e ristrutturata nelle zone classificate dai documenti ufficiali

Attualità

Problemi di transizione al Nuovo Codice Appalti

Il nuovo Codice Appalti entrato in vigore lo scorso 20 aprile, che contiene una serie di nuove norme riferite agli appalti e alle modalità di partecipazione a lavori commissionati dalla

Attualità

Riforma Madia e conferenza di servizi

Entrerà in vigore il 28 luglio il decreto legislativo n. 127 del 30 giugno 2016, che fa parte del corpus della così detta Riforma Madia. Il testo, pubblicato nella Gazzetta