Lo Split Payment è legge

Lo Split Payment è legge

Il 27 giugno il Ministero dell’Economia ha reso ufficiale la legge sullo Split Payment con Decreto Legislativo n. 50/2017, allegando al documento l’elenco di Pubbliche Amministrazioni ed Enti per i quali i professionisti dovranno fatturare con scissione dell’IVA. In pratica lo Spit Payment prevede che le fatture rivolte alla Pubblica Amministrazione abbiano una voce con IVA separata, che verrà versata all’erario direttamente dall’ente pubblico e non più dal professionista che emette fattura, che incasserà solo il dovuto al netto dell’IVA prevista per il prodotto o servizio offerto al committente.

L’elenco delle pubbliche amministrazioni e degli enti coinvolti nel meccanismo dello Split Payment è disponibile anche online, sul sito ufficiale del Dipartimento delle Finanze (www.finanze.it) e la legge è applicata già dal primo luglio per le nuove fatture emesse. Anche le società miste, ovvero controllate da enti pubblici, saranno inserite nell’elenco, che verrà aggiornato ogni anno dal Ministero dell’Economia entro il 20 ottobre.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 541 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

PEC professionisti: sarà obbligatoria per le comunicazioni con la PA

Il Decreto Legislativo n. 179 del 26 agosto 2016, che integra la normativa del Codice dell’Amministrazione Digitale, introduce per i professionisti e le imprese l’obbligo di comunicare e interagire telematicamente

Attualità

Presto novità sul Testo Unico per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

Durante l’importante convegno “Lo stato di applicazione della sicurezza e salute sul lavoro: quali regole e quanto applicate. Sviluppi futuri”, tenutosi a Rimini e organizzato dall’Unindustria, il tecnico giuslavorista Lorenzo

Attualità

Le cinque linee guida ANAC per il nuovo Codice Appalti

L’autorità nazionale anti corruzione ha portato all’attenzione degli addetti ai lavori nel settore degli appalti pubblici cinque nuovi documenti che riguardano in particolare alcuni elementi del nuovo Codice Appalti fra