Il portale per richiedere l’ecobonus è online

Il portale per richiedere l’ecobonus è online

Da questa settimana è finalmente online il portale dedicato all’invio dei dati per le detrazioni fiscali che rientrano nell’ecobonus, quindi ristrutturazioni edili per l’efficientamento energetico o l’installazione di impianti a energia rinnovabile e pulita. Il portale, predisposto dall’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) in collaborazione con il MiSE si trova all’indirizzo web finanziaria2018.enea.it e può essere utilizzato per lavori conclusi dopo il 31 dicembre 2017. L’invio dovrà essere predisposto entro 90 giorni dall’ultimazione dei lavori, mentre per i lavori che già sono stati conclusi i 90 giorni partono dal giorno in cui il sito è stato messo online, ovvero il 21 novembre 2018.

Gli interventi che rientrano nell’ecobonus possono godere di detrazioni fiscali fino all’85% dei costi sostenuti. La parte relativa alla “scheda descrittiva dell’intervento” deve essere firmata anche da un tecnico solo nei casi previsti, ovvero quelli in cui è prevista l’asseverazione. Sul sito ENEA sono presenti diverse linee guida e ulteriori informazioni sugli interventi che rientrano nell’ecobonus.

Previous MediEdilizia 2018
Next La manutenzione straordinaria non è edilizia libera

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Nuovi finanziamenti dal Fondo Sviluppo e Coesione

Il CIPE, ovvero il Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, ha recentemente comunicato agli operatori del settore edile che metterà a disposizione 15,2 miliardi di euro da destinare alle infrastrutture, all’efficienza

Attualità

Inarcassa: crediti per oltre 800 milioni di euro

La cassa previdenziale di architetti e ingegneri, Inarcassa, comunica che dai controlli è emerso che per quanto riguarda l’anno 2018 oltre 50 mila professionisti iscritti sarebbero inadempienti nei confronti degli

Attualità

L’edilizia è in crescita anche nel 2017

Dopo l’ultimo trimestre del 2016 che ha fatto registrare un piccolo incremento nel settore edilizio e una crescita degli investimenti pari al 3% nel settore residenziale, i professionisti e le