Sismabonus per chi compra case ricostruite

Sismabonus per chi compra case ricostruite

Fino a 96mila euro di spesa agevolabile e detrazioni fiscali maggiorate per chi sceglie di comprare un’unità immobiliare, anche in condominio, ricostruita e ristrutturata nelle zone classificate dai documenti ufficiali a rischio sismico. La legge n.232 del 2017 infatti, entrata in vigore all’inizio di quest’anno, detta le linee guida per la scelta di immobili ristrutturati o o in cui sono stati effettuati specifici interventi di risanamento. Affinché il bonus sia accreditato, l’impresa che ha eseguito i lavori deve cedere l’immobile all’acquirente entro 18 mesi dalla data di ultimazione dei lavori.

Nello specifico, l’acquirente potrà usufruire di sgravi per il 25% dell’importo totale sulla spesa di acquisto dell’immobile, dal momento che il bonus si basa su uno sgravo pari al 50% delle spese di ristrutturazione totali e quindi sulla spesa affrontata dalla ditta che ha eseguito i lavori per consegnare un immobile con l’agibilità e le garanzie richieste dalle leggi sulla sicurezza edilizia antisismica. Nel caso di edifici che siano stati demoliti e completamente ricostruiti secondo le nuove norme, il bonus verrà potenziato, perché le percentuali di sgravio sulla spesa salgono fino all’85% nel caso in cui ci sia il passaggio dell’immobile ad altra classe di rischio inferiore di almeno due punti su quella precedente la ricostruzione.

Previous Bonus caldaie 2018
Next In Molise nuovo maxibando per efficientamento energetico

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Casa Italia, al via il database unico

Il rettore del Politecnico di Milano Giovanni Azzone, project manager del progetto governativo per la ricostruzione e la prevenzione dei danni causati dai terremoti “Casa Italia” ha presentato alla Comissione

Attualità

I ricorsi al Tar per edilizia sono sempre più numerosi

Fra tutte le istanze di ricorso ai tribunali territoriali del Tar, l’edilizia è senza dubbio una dei settori più presenti: con un numero di 279 richieste, è aumentato dal 2014

Attualità

Nuovi fondi per dissesto idrogeologico

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato durante un incontro fra Stato e Regioni lo sblocco di fondi pari a 3,5 miliardi di euro, già stanziati dai governi precedenti e