In arrivo fattura elettronica precompilata

In arrivo fattura elettronica precompilata

Fatturazione Elettronica

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore, ha annunciato che l’AdE metterà a disposizione degli utenti e degli operatori dotati di partita iva un modello precompilato di fattura elettronica per semplificare il passaggio a questo nuovo strumento fiscale, che ricordiamo sarà obbligatorio a partire dal prossimo 1° gennaio 2019. La e-fattura infatti sarà parzialmente compilata in base ai dati già disponibili nel sistema informativo dell’Anagrafe Tributaria in cui si trovano i dati fiscali propri e delle aziende clienti e fornitori con cui ci si interfaccia solitamente durante l’anno.

Oltre alla fattura elettronica precompilata, l’Agenzia delle Entrate sta preparando una sezione online dedicata alle domande frequenti degli utenti, in cui troveranno risposta tutti i principali dubbi di chi dovrà cominciare ad utilizzare il nuovo strumento. Un modo per venire incontro alle esigenze dei contribuenti con strumenti semplici da utilizzare, informativi e sempre aggiornati affinché il passaggio non risulti troppo complicato.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 617 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Online il Portale del Servizio Geologico d’Italia

Il portale dell’ISPRA (istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), ovvero la nuova versione del portale dedicato al Servizio Geologico d’Italia è online e contiene 36 banche dati,

Attualità

Lo Split Payment è legge

Il 27 giugno il Ministero dell’Economia ha reso ufficiale la legge sullo Split Payment con Decreto Legislativo n. 50/2017, allegando al documento l’elenco di Pubbliche Amministrazioni ed Enti per i

Attualità

Nuovo Sismabonus: dubbi e incertezze sulle zone sismiche

L’Ordine degli Ingegneri di Milano, dando voce a tanti professionisti che al momento dell’entrata in vigore del regolamento noto come Sismabonus si erano fatti la stessa domanda, hanno richiesto una