In arrivo il nuovo Regolamento Edilizio “Tipo”

In arrivo il nuovo Regolamento Edilizio “Tipo”

Il 3 ottobre si è discusso alla camera il nuovo decreto sul Regolamento Edilizio Tipo, che andrà a integrare il tuttora vigente Regolamento Edilizio Unico. In questo modo si andranno a sostituire le norme che risultano valide per tutti gli 8 mila comuni italiani, che spesso vanno in contrasto con il regolamento nazionale: ci saranno degli spazi di gestione autonoma da parte degli enti territoriali e proprio per questo motivo è stato deciso di chiamare il nuovo regolamento “Tipo”, alla luce delle nuove disposizioni di legge per lo “Sblocca Italia”.

Il nuovo regolamento è stato messo a punto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e si propone di semplificare e snellire le procedure nel settore dell’edilizia e delle costruzioni. I temi trattati sono innovativi e rispondono a esigenze non solo di semplificazione, ma anche di allineamento agli altri Paesi europei, come la qualità e il consumo energetico, la sicurezza e la riduzione del consumo del suolo attraverso il riuso e la riabilitazione di aree periferiche abbandonate.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 635 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Continua il successo del bonus prima casa

Il fondo di garanzia istituito dal Governo e dal Dipartimento del Tesoro, con la legge di Stabilità di due anni fa per favorire l’accesso al credito bancario per le giovani

Attualità

Inarcassa: crediti per oltre 800 milioni di euro

La cassa previdenziale di architetti e ingegneri, Inarcassa, comunica che dai controlli è emerso che per quanto riguarda l’anno 2018 oltre 50 mila professionisti iscritti sarebbero inadempienti nei confronti degli

Attualità

L’Agenzia delle Entrate chiuderà le partite iva ferme da anni

Una delle novità del decreto legislativo del 22 ottobre 2016, ovvero le disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili, riguarda le partite iva, siano esse