Risparmio energetico: stop alle lampade alogene
590 Views

Risparmio energetico: stop alle lampade alogene

Dal 1° settembre l’Unione Europea mette al bando le lampade alogene. L’applicazione della direttiva UE n. 244/2009 infatti prevede che tutti i sistemi di illuminazione alogeni, sia per uso civile che industriale, siano sostituiti con sistemi di illuminazione LED, che hanno consumi fino a cinque volte inferiori ai modelli alogeni. I consumi di queste ultime infatti sono inserite in classe D, tuttavia esistono modelli di lampade alogene di cui l’uso verrà ancora consentito come per esempio  le lampade alogene direzionali (i così detti faretti) e le lampade alogene con attacco G9 e R7S, utilizzate per le lampade da tavolo e per i proiettori.

Il risparmio energetico globale per i Paesi dell’Unione Europea non sarà di poco conto, infatti corrisponde a  48 TWh ovvero al consumo annuo di energia di uno stato come il Portogallo. Cosa ancora più importante, ci sarà una riduzione di emissioni di anidride carbonica pari a 15,2 milioni di tonnellate all’anno.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Regione Sardegna: 3 milioni per aree minerarie dismesse

La Regione Sardegna ha pubblicato un bando per la riqualificazione delle aree minerarie dismesse, dedicato a tutti i Comuni coinvolti che presentino progetti validi per una ristrutturazione attiva e inclusiva

Ambiente

In Italia 5 milioni di case fuori controllo

Nel nostro Paese, secondo una recente stima effettuata dallo studio privato Sogeea dopo il terremoto di magnitudo 4 che ha messo ancora una volta in luce l’inadeguatezza dell’edilizia civile, ci

Ambiente

Consultazione Pubblica per la Strategia Energetica Nazionale

Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, e il ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti hanno comunicato durante l’ audizione presso le Commissioni