Attenzione a chi propone impianti ceduti gratuitamente
876 Views

Attenzione a chi propone impianti ceduti gratuitamente

Il GSE mette in guardia i cittadini italiani sulle quote finanziabili e sui bonus relativi al conto termico. Non sono infatti ammessi degli incentivi per impianti ceduti gratuitamente. La quota rimborsabile dal Conto Termico per chi installa nuovi impianti è pari al massimo al 65% della spesa sostenuta, per questo nella stessa nota il GSE informa di segnalare qualunque iniziativa che sostenga la fornitura gratuita degli impianti in virtù dei finanziamenti del Conto Termico, poiché è una pratica considerata ingannevole e scorretta dal punto di vista informativo.

Non sono inoltre previsti i rimborsi nei casi in cui l’installatore dell’impianto abbia effettuato a se stesso il pagamento: i pagamenti  devono in ogni caso essere eseguiti dal soggetto responsabile e quindi dal reale proprietario dell’impianto, ovvero colui che stipula il contratto con il GSE per ricevere gli incentivi sul Conto Termico.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

In Sicilia il settore edile è in forte calo

Il primo semestre del 2016 rivela una situazione disastrosa per il settore edile in Sicilia. A dare l’allarme è la Direzione affari economici e Centro studi dell’Ance nazionale attraverso un

Attualità

Ricostruzione post-sisma: nessun tetto su incarichi multipli, ma autoregolamentazione

Il 13 dicembre nel corso della riunione della Cabina di Coordinamento relativa agli interventi post-sisma, di cui fanno parte oltre al commissario per la ricostruzione Vasco Errani anche i presidenti

Attualità

Nuovi finanziamenti dal Fondo Sviluppo e Coesione

Il CIPE, ovvero il Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, ha recentemente comunicato agli operatori del settore edile che metterà a disposizione 15,2 miliardi di euro da destinare alle infrastrutture, all’efficienza