Come ottenere l’esenzione IMU per terreni agricoli

Come ottenere l’esenzione IMU per terreni agricoli

Con la risoluzione n. 1/DF del 28 febbraio 2018 si mette in luce e si chiariscono i punti più oscuri su chi sia beneficiario dell’esenzione IMU sui terreni agricoli, e quali terreni siano in linea con l’esenzione.

L’esenzione dal pagamento dell’IMU sui terreni agricoli è dovuta non solo a coltivatori diretti e imprenditori agricoli ancora in attività, ma anche ai pensionati che siano iscritti alla previdenza agricola e continuano a lavorare e curare i propri terreni. Il testo mette in chiaro le differenze fra coltivatore diretto e imprenditore agricolo professionale, e su quale tipologia di terreno si possa richiedere l’esenzione al Comune. Il terreno infatti deve essere utilizzato in modalità agro-silvo-pastorale, ovvero deve avere al suo interno attività dirette alla coltivazione del fondo.

La disciplina chiarisce anche lo status degli agricoltori già pensionati, infatti non è richiesto per l’esenzione che il terreno e i suoi frutti siano la prima fonte di profitto per coloro che richiedono l’esenzione dal pagamento dell’IMU. L’unico obbligo per i pensionati è quello di essere iscritti anche nella previdenza agricola.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 538 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro

Anticipo Pensionistico Sociale: chi può richiederla

Il decreto legislativo n. 50 del 2017, all’articolo 53, chiarisce quali siano i criteri per avere accesso all’Anticipo Pensionistico Sociale o Volontario (Ape). Possono accedervi i dipendenti il cui lavoro

Lavoro

Split Payment anche per i liberi professionisti

Lo split payment, ovvero il meccanismo per l’assolvimento dell’iva che fin’ora ha riguardato solamente imprese fornitrici di beni e servizi nei contratti con le pubbliche amministrazioni, è ora applicato anche

Lavoro

Ingegneri e architetti italiani all’Estero

Secondo l’ultima ricerca pubblicata dalla Fondazione Inarcassa, che ha visto coinvolto un campione di liberi professionisti che lavorano nel campo dell’ingegneria e dell’architettura pari a 14 mila unità, l’Estero è