0 1226 Views

Blocco dei pagamenti pubblici a contribuenti inadempienti col fisco

Dal 1° marzo si abbasserà ulteriormente la soglia minima per la sospensione dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni e degli enti a totale partecipazione pubblica destinati ai contribuenti su cui si riscontrino delle inadempienze fiscali. La verifica delle cartelle esattoriali non pagate sarà effettuata entro cibnque giorni e la soglia per il blocco dei pagamenti si abbassa a cinquemila euro, mentre prima della modifica della Legge di Bilancio il tetto minimo per il blocco si attestava sui diecimila euro di debiti al fisco da parte del contribuente.

La sospensione del pagamento, con la nuova normativa, si potrà procrastinare per 60 giorni, contro i 30 giorni previsti prima dell’entrata in vigore di questa normativa. Proprio per questo motivo le pubbliche amministrazioni, ogni volta che si apprestano a pagare professionisti o società per importi uguali o maggiori di cinquemila euro, saranno tenute a effettuare le dovute verifiche per conoscere la situazione contributiva della controparte, e potranno sospendere i pagamenti qualora sia dimostrata inadempienza a livello contributivo. Nella norma non rientrano i pagamenti dovuti per sentenza, che dovranno essere versati qualuque sia la condizione contributiva del beneficiario.

Previous Norme Tecniche per le Costruzioni 2018
Next Nuove regole per l’edilizia libera

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Nuovo accordo Stato-Regioni per formazione RSPP e ASPP

Il 7 luglio 2016 è stato raggiunto un nuovo accordo fra Stato e Regioni (province autonome comprese) che prevede un rinnovo dei contenuti minimi e della durata prevista per i

Attualità

Norme Tecniche Costuzioni 2018

 Il ricorso dei geologi Il Consiglio nazionale dei geologi ha presentato lo scorso aprile al TAR del Lazio un ricorso contro le nuove Norme Tecniche Costruzioni, chiedendo dei chiarimenti al

Attualità

Privacy agevolata per PMI

GPRD Il Garante della Privacy, nell’accogliere il Regolamento (EU) n. 679/2016 sul trattamento dei dati personali (abbreviato in GPRD) ha pensato anche a un regime agevolato per semplificare la burocrazia