Maxibando da Eni

Maxibando da Eni

Il gruppo Eni ha pubblicato un bando relativo all’ingegneria ambientale per le nuove opere e per i lavori di risanamento su opere già esistenti per un investimento totale di 20,2 milioni di euro. Il bando è diviso in tre sezioni, in particolare un lotto dedicato a servizi di ingegneria con procedura Via riguardanti il Distretto centro-settentrionale Eni (3,5 milioni di euro), i lavori presso il Distretto meridionale (che avranno risorse più cospicue, pari a 15 milioni di euro) e infine Enimed (1,7 milioni di euro).

Le attività di risanamento ambientale riguardano sia la bonifica di terreni e falde acquifere sia la messa in sicurezza di emergenza ambientale (Mise). La tempistica di partecipazione è fissata al 4 di settembre e sono compresi servizi ambientali per una serie di macroattività nel campo dell’ingegneria ambientale che sono descritti in maniera esaustiva nell’avviso pubblicato dal gruppo Eni nella sezione del sito dedicata all’e-procurement all’indirizzo https://eprocurement.eni.it in cui sono presentati i bandi Syndial, società Eni che si occupa di risanamento ambientale in tutte le sue fasi.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 585 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Bandi

Primo bando CRESCO Award Città Sostenibili

La fondazione Sodalitas ha promosso tramite il suo sito web il bando di idee CRESCO Award Città Sostenibili, per valorizzare i nuovi progetti a impatto ambientale zero e sostenere la

Bandi

Prorogato il termine del concorso Scuole Innovative

Il concorso di idee per architetti e ingegneri, dedicato all’edilizia scolastica e promosso dal Miur, che mette a disposizione ampi fondi per il rinnovo degli edifici esistenti e per quelli

Bandi

Bando per la riqualificazione delle case cantoniere ANAS

L’Anas e l’Agenzia del Demanio hanno pubblicato un bando dedicato a start-up, associazioni, aziende o singoli imprenditori che abbiano un’idea innovativa per riqualificare le vecchie case cantoniere nel territorio del