0 2365 Views

Deducibili le spese per formazione professionale

L’aggiornamento professionale sarà completamente deducibile per importi fino a 10 mila euro annuali, è questa una delle novità più interessante del recento Jobs Act Autonomi siglato di recente al Parlamento. Oltre che la deducibilità che già era prevista per l’iscrizione a Master e Corsi d’aggiornamento, la norma si estende anche alle spese e ai rimborsi viaggio per convegni e incontri professionali o che comunque consentono di acquisire dei crediti validi per i professionisti.

La deducibilità integrale sarà invece prevista per soglie pari a 5 mila euro l’anno per tutte le pratiche che riguardano la certificazione ufficiale di competenze, orientamento e ricerca sull’auto-imprenditorialità. Ovviamente rientrano nella normativa sulla dedicibilità integrale anche le spese legali per il recupero di crediti dovuti per prestazioni o consulenze da parte di professionisti autonomi, purché non superino il reddito annuale previsto. Una norma che supporterà la formazione professionale e l’aggiornamento delle categorie professionali degli autonomi.

Scopri i corsi di formazione che propone Aedile.

Previous L’Umbria acquisterà case per gli sfollati
Next Correttivo sul Sisma-bonus sulle diagnosi di geometri e periti

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Lavoro

Recupero edilizia popolare

Il recente Decreto Ministeriale del 3 ottobre 2018 ripartisce un fondo di  oltre 321 milioni di euro per dare il via al programma di recupero e razionalizzazione degli alloggi di

Lavoro

Nuove professioni: restauratori di habitat marini

In Italia esiste un esempio virtuoso legato alle nuove professioni ambientali, si tratta dei professionisti noti come “restauratori di habitat marini” che lavorano per la Stazione Zoologica Anton Dohrn e

Lavoro

Quando è previsto il Lavoro a chiamata in edilizia?

I contratti di lavoro a chiamata, che dal 2018 dovranno sostituire i voucher recentemente aboliti dal Governo, si configurano come dei contratti in cui il datore di lavoro può chiamare