Correttivo sul Sisma-bonus sulle diagnosi di geometri e periti

Correttivo sul Sisma-bonus sulle diagnosi di geometri e periti

Dopo le proteste ufficiale del Consiglio Nazionale dei Geometri sul veto posto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel decreto noto come Sisma-bonus per geometri e periti, che secondo la nuova normativa non avrebbero potuto eseguire le analisi e le diagnosi per la messa in sicurezza di edifici danneggiati dal sisma (ne abbiamo parlato qui), il Governo ha recentemente emanato un correttivo all’articolo 3 in cui era scritto chiaramente che solo i professionisti in possesso di laurea in ingegneria o architettura avrebbero potuto eseguire quella tipologia di rilievi.

Il presidente del Consiglio Nazionale dei Geometri, Maurizio Savoncelli, che si era fatto portavoce ufficiale della protesta e del mancato inserimento della categoria professionale di cui fa parte nel processo di ricostruzione, ringrazia il Ministro Delrio per la rapida correzione del Decreto e per aver reso l’operatività a una categoria professionale di tecnici con piene competenze a operare. Già nella prima stesura del Sisma-bonus il CNGeGL aveva pensato che il veto fosse stato inserito per un errore, non per estromettere geometri e periti dal processo di ricostruzione.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 617 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Normative

Codice dei Contratti non conforme alle Direttive UE

Il nuovo Codice dei Contratti si scontra con le direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE e proprio per questo motivo la Commissione Europea ha inviato all’Italia delle lettere di costituzione in

Normative

I professionisti richiedono il Fasciolo del Fabbricato obbligatorio

Associazioni di categoria e professionisti sono concordi sul fatto di ottenere l’obbligo legale di fascicolo del fabbricato, soprattutto alla luce dei nuovi eventi sismici che hanno messo in risalto l’inadeguatezza

Normative

Nuove norme per il rumore in cantiere

L’11 ottobre è entrata in vigore la nuova norma UNI 11728:2018, riguardante la Pianificazione e la gestione del rumore in cantiere. Nella normativa sono contenute una serie di linee guida