Anticipo Pensionistico Sociale: chi può richiederla

Anticipo Pensionistico Sociale: chi può richiederla

Il decreto legislativo n. 50 del 2017, all’articolo 53, chiarisce quali siano i criteri per avere accesso all’Anticipo Pensionistico Sociale o Volontario (Ape). Possono accedervi i dipendenti il cui lavoro renda difficoltoso lo svolgimento dello stesso per almeno sei anni, e che sono in possesso di almeno 36 anni di anzianità contributiva. In particolare, il decreto si rivolge ai lavoratori e operai dell’industria estrattiva, agli operai edili, così come ai conduttori di gru e altri macchinari mobili per quanto riguarda il settore costruzioni.

L’anticipo pensionistico può essere richiesto anche se i sei anni non sono del tutto continuativi, l’articolo di legge introduce infatti l’eccezione di attività anche non continuativa, purché il periodo di sospensione dal lavoro non superi i dodici mesi in totale nel corso dei sei anni conteggiati. La legge è valida anche per lavoratori precoci, ovvero chi ha cominciato a lavorare al compimento del 19simo anno di età. In questo caso è possibile andare in pensione anticipatamente a 60 anni, con 41 anni di contributi.

L'articolo è scritto da:

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro

Malattia anche per chi è iscritto a gestione separata

Da sempre i lavoratori parasubordinati e iscritti alla gestione separata Inps lamentano una disparità di trattamento rispetto a chi gode di un contratto subordinato regolare. Secondo l’Inps, anche questa tipologia

Lavoro

Al via per Inarcassa il cumulo gratuito per i professionisti

L’Inarcassa ha già trasmesso ai ministeri tutti i documenti utili a rendere operativo il cumulo gratuito, chiesto ormai da tempo dai professionisti, che potrà essere richiesto grazie alla Legge di

Lavoro

La manutenzione straordinaria non è edilizia libera

Il Consiglio di Stato e l’articolo 6 bis del nuovo Testo Unico per l’Edilizia chiariscono che gli interventi di manutenzione straordinaria non sono ascritte agli interventi di edilizia libera previsti