Nuovo regime forfettario 2019

Nuovo regime forfettario 2019

Già in vigore dal 1° gennaio 2019, il nuovo regime forfettario per professionisti e partite IVA, previsto dalla Legge di Stabilità, prevede che possa accedere al regime agevolato chi non ha superato nell’anno precedente la soglia di ricavi o compensi pari a 65 mila euro. In questo caso l’imposta sostitutiva si attesta al 15%, mentre per nuove partite iva e start up il valore scende fino al 5%. Per quanto riguarda poi la categoria dei commercianti e degli artigiani, il nuovo regime consente di ottenere fino al 35% di riduzione per i contributi dovuti all’Inps.

Non tutti i contribuenti possono richiedere l’accesso al nuovo regime forfettario, che è riservato a chi non si avvale di regimi speciali ai fini dell’imposta sul valore aggiunto o di regimi forfetari di determinazione del reddito, ai residenti in uno Stato UE o Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo, purché producano almeno il 75% del reddito complessivo in Italia o chi non svolge con PI un’attività che sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro. Prima di richiedere l’ingresso nel nuovo regime è bene avvalersi di una consulenza con un commercialista perché il nuovo regime esclude le deduzioni e le detrazioni fiscali applicabili nel regime ordinario di tassazione.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 594 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro

Anticipo Pensionistico Sociale: chi può richiederla

Il decreto legislativo n. 50 del 2017, all’articolo 53, chiarisce quali siano i criteri per avere accesso all’Anticipo Pensionistico Sociale o Volontario (Ape). Possono accedervi i dipendenti il cui lavoro

Lavoro

Recupero edilizia popolare

Il recente Decreto Ministeriale del 3 ottobre 2018 ripartisce un fondo di  oltre 321 milioni di euro per dare il via al programma di recupero e razionalizzazione degli alloggi di

Lavoro

Grandi numeri per il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione

Lo strumento del MePa, nato nel 2003 per supportare le pubbliche amministrazioni nella scelta e nell’acquisto di beni e servizi, è arrivato nel 2017 a un risultato mai raggiunto negli