Ingegneri e architetti italiani all’Estero

Ingegneri e architetti italiani all’Estero

Secondo l’ultima ricerca pubblicata dalla Fondazione Inarcassa, che ha visto coinvolto un campione di liberi professionisti che lavorano nel campo dell’ingegneria e dell’architettura pari a 14 mila unità, l’Estero è un campo di lavoro in espansione continua, ricco di possibilità Sono infatti ben 36% che rispondono positivamente alla domanda se abbiano già avuto esperienze all’Estero o con clienti internazionali, mentre si attesta sul 23% la percentuale di liberi professionisti che ha già esperienza con committenti stranieri. Il 59% auspica una maggior pubblicità delle professionalità italiane fuori dal territorio nazionale.

Il campione di liberi professionisti oggetto della ricerca Inarcassa ha per il 40% meno di quarant’anni, sono dunque in prevalenza i giovani ad avere una propensione verso le possibilità lavorative e le esperienze professionali da intraprendere fuori dall’Italia. Oltre il 70% degli intervistati parla almeno una lingua straniera. Alla domanda su quali siano le mete più ambite, la maggioranza degli intervistati ha risposto l’Unione Europea o il Nord America.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 555 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro

Anticipo Pensionistico Sociale: chi può richiederla

Il decreto legislativo n. 50 del 2017, all’articolo 53, chiarisce quali siano i criteri per avere accesso all’Anticipo Pensionistico Sociale o Volontario (Ape). Possono accedervi i dipendenti il cui lavoro

Lavoro

Split Payment anche per i liberi professionisti

Lo split payment, ovvero il meccanismo per l’assolvimento dell’iva che fin’ora ha riguardato solamente imprese fornitrici di beni e servizi nei contratti con le pubbliche amministrazioni, è ora applicato anche

Lavoro

Nasce la E-card per lavorare in tutta Europa

Professionisti e aziende avranno presto a disposizione un nuovo strumento che consentirà di snellire la burocrazia e lavorare più agilmente su tutto il territorio dell’Unione Europea. La nuova E-card infatti