Ingegneri e architetti italiani all’Estero

Ingegneri e architetti italiani all’Estero

Secondo l’ultima ricerca pubblicata dalla Fondazione Inarcassa, che ha visto coinvolto un campione di liberi professionisti che lavorano nel campo dell’ingegneria e dell’architettura pari a 14 mila unità, l’Estero è un campo di lavoro in espansione continua, ricco di possibilità Sono infatti ben 36% che rispondono positivamente alla domanda se abbiano già avuto esperienze all’Estero o con clienti internazionali, mentre si attesta sul 23% la percentuale di liberi professionisti che ha già esperienza con committenti stranieri. Il 59% auspica una maggior pubblicità delle professionalità italiane fuori dal territorio nazionale.

Il campione di liberi professionisti oggetto della ricerca Inarcassa ha per il 40% meno di quarant’anni, sono dunque in prevalenza i giovani ad avere una propensione verso le possibilità lavorative e le esperienze professionali da intraprendere fuori dall’Italia. Oltre il 70% degli intervistati parla almeno una lingua straniera. Alla domanda su quali siano le mete più ambite, la maggioranza degli intervistati ha risposto l’Unione Europea o il Nord America.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 635 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro

Assunzioni e sgravi fiscali per gli under 30

La nuova Manovra Finanziaria 2018 introduce importanti novità nel campo del lavoro e dei nuovi contratti. Gli imprenditori che assumeranno dei giovani al di sotto dei 30 anni infatti avranno

Normative

Nasce ufficialmente la nuova figura professionale di Tecnico Acustico

La bozza della normativa che disciplina la nuova figura professionale di Tecnico Acustico, che si occupa sia di acustica in senso lato che di inquinamento acustico è stata recentemente approvata

Lavoro

Quando è previsto il Lavoro a chiamata in edilizia?

I contratti di lavoro a chiamata, che dal 2018 dovranno sostituire i voucher recentemente aboliti dal Governo, si configurano come dei contratti in cui il datore di lavoro può chiamare