Dubai: il megaimpianto fotovoltaico dell’azienda italiana Ghella

Dubai: il megaimpianto fotovoltaico dell’azienda italiana Ghella

Il raggruppamento di imprese costituito dall’italiana Ghella e dalle spagnole Gransolar e Acciona ha appena firmato a Dubai l’accordo per realizzare quello che diverrà il più grande impianto fotovoltaico esistente al mondo: una superficie di 17, 8 chilometri quadrati e una quantità di pannelli solari pari a otto milioni di unità, capaci di produrre una potenza di 800 megaWatt.

Il contratto è stato firmato con la Dubai Eletricity and Water Authority (DEWA) e sarà eseguito secondo la tipologia di progetto definita “chiavi in mano” (o EPC). Grazie all’energia pulita e rinnovabile dell’impianto si eviterà l’emissione nell’aria di circa 1,4 milioni di tonnellate di CO2 nociva ogni anno. La nuova centrale è un’importante traguardo all’interno del Parco Solare Mohammed bin Rashid Al Maktoum, che porta gli Emirati Arabi in alto nella classifica dei territori con i maggiori investimenti in energia rinnovabile e pulita.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 557 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Inaugurata la Galleria di San Gottardo

La Galleria di San Gottardo, inaugurata nei giorni scorsi, entra nel guinness dei primati come tunnel ferroviario più lungo del mondo. Con i suoi 57 chilometri di galleria che corrono

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Crossboundaries crea il sesto Family Box in Cina

Si tratta di una struttura a due livelli di 4.400 mq posta all’angolo di un centro commerciale che accoglie i visitatori con una libreria, un negozio e spazi per le

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Alluminio e arredi italiani nella Silicon Valley

La celebre area tecnologica statunitense, in particolare la maxi sede del Campus 2 della Apple a Cupertino, avrà pareti di alluminio e arredi italiani. L’azienda bolognese Gruppo Profilati sta infatti