Dubai: il megaimpianto fotovoltaico dell’azienda italiana Ghella

Dubai: il megaimpianto fotovoltaico dell’azienda italiana Ghella

Il raggruppamento di imprese costituito dall’italiana Ghella e dalle spagnole Gransolar e Acciona ha appena firmato a Dubai l’accordo per realizzare quello che diverrà il più grande impianto fotovoltaico esistente al mondo: una superficie di 17, 8 chilometri quadrati e una quantità di pannelli solari pari a otto milioni di unità, capaci di produrre una potenza di 800 megaWatt.

Il contratto è stato firmato con la Dubai Eletricity and Water Authority (DEWA) e sarà eseguito secondo la tipologia di progetto definita “chiavi in mano” (o EPC). Grazie all’energia pulita e rinnovabile dell’impianto si eviterà l’emissione nell’aria di circa 1,4 milioni di tonnellate di CO2 nociva ogni anno. La nuova centrale è un’importante traguardo all’interno del Parco Solare Mohammed bin Rashid Al Maktoum, che porta gli Emirati Arabi in alto nella classifica dei territori con i maggiori investimenti in energia rinnovabile e pulita.

Previous Seminario Somex su Formazione e innovazione per il settore delle costruzioni
Next Nuovo Regolamento Autorizzazione Paesaggistica Semplificata

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Rubner e Cucinella creano il nuovo asilo sostenibile

Nasce a Guastalla (RE), grazie alla collaborazione tra lo Studio Mario Cucinella Architects di Bologna e Rubner Holzabu, un asilo nido all’avanguardia, sostenibile e a misura di insegnanti e bambini.

Viaggi nel mondo dell'edilizia

La struttura progettata da “Architecture Microclimat”: La Taule

Architecture Microclimat è uno studio di architettura di Montreal, in Canada, fondato nel 2013 da Guillaume Marcoux e Olivier Lajeunesse-Travers. L’obiettivo dell’azienda giovane è quello di formulare progetti architettonici che

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Saigon: ampi spazi in una piccola casa

Creare un appartamento ventilato e luminoso su un lotto di appena 3,5×12 metri, con una sola facciata rivolta verso la strada: questa la sfida raccolta e vinta dallo studio vietnamita