1 5193 Views

La Taule: il centro sportivo per body-builders, ginnasti e fitness addicted

La struttura progettata dallo studio canadese “Architecture Microclimat” in Quebec

Cosa cerca uno sportivo, se non un luogo strutturalmente attento alle sue esigenze in cui potersi allenare in comodità e sicurezza?

A questo ci ha pensato lo studio canadese “Architecture Microclimat”, vincitore del Grands Prix du Design 2015 nella categoria Athletic Training Centre Award, grazie alla realizzazione del centro sportivo La Taule: un grande open space su due livelli che ospita tutti i servizi e le strutture per body-builders, ginnasti e fitness addicted.

Il centro atletico La Taule sorge a Waterloo in Québec, località nelle Eastern Townships a circa 100 km ad Est dalla città di Montréal.
Centro le taule interno
L’idea innovativa è stata quella di riqualificare il territorio, trasformandolo nel 2010 da vecchia prigione abbandonata in un centro fitness adatto sia ad atleti professionisti che a dilettanti.

La struttura progettata da Microclimat è un grande open space sviluppato su due livelli e dotato di una struttura a soppalco capace di supportare le barre orizzontali, un’ampia scala che può essere utilizzata anche per allenarsi e un sottotetto in cui sono fissati gli anelli per le ginnaste, posizionati a circa 7,5 metri di altezza.

L’edificio compatto prevede anche una zona esterna dotata di grandi vetrate scorrevoli, che permetterà di svolgere l’attività fisica all’aria aperta nella stagione estiva.

Per l’interno si è pensato di combinare insieme all’acciaio due tipi di legno: il legno di ciliegio e il cedro rosso per trasmettere un’atmosfera calda e accogliente.

La Taule è un vero esempio di architettura sostenibile, in quanto è capace di amalgamare la bellezza e l’eleganza della struttura con le richieste e le necessità della popolazione.

Previous Alluminio e arredi italiani nella Silicon Valley
Next Nasce il portale governativo dedicato a Edilizia e Ambiente

About author

Lucy Modugno
Lucy Modugno 9 posts

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’università degli studi di Bari Aldo Moro nell’anno 2016. Scrittrice e amante della fotografia e dell’artigianato. Appassionata di edilizia e architettura ecosostenibile nel rispetto delle condizioni energetiche e di qualità dell’ambiente, affinché esse permettano di creare un’interazione armonica tra l’uomo e la natura.

View all posts by this author →

You might also like

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Esportato in Cina il “bosco verticale” di Boeri

Il progetto pluripremiato dell’architetto italiano Stefano Boeri verrà esportato in Cina. Entro il 2018 il Bosco Verticale sarà realizzato in un hotel di lusso a Nanchino, nel quartiere Jiangbei New

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Cooperativa di Ravenna costruirà un tunnel nelle Filippine

La CMC (Cooperativa Muratori e Cementisti) di Ravenna, una delle cooperative di costruzione con il fatturato più alto in Italia e nel mondo, si è aggiudicata un bando di gara

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Rubner e Cucinella creano il nuovo asilo sostenibile

Nasce a Guastalla (RE), grazie alla collaborazione tra lo Studio Mario Cucinella Architects di Bologna e Rubner Holzabu, un asilo nido all’avanguardia, sostenibile e a misura di insegnanti e bambini.