La Taule: il centro sportivo per body-builders, ginnasti e fitness addicted

La Taule: il centro sportivo per body-builders, ginnasti e fitness addicted

La struttura progettata dallo studio canadese “Architecture Microclimat” in Quebec

Cosa cerca uno sportivo, se non un luogo strutturalmente attento alle sue esigenze in cui potersi allenare in comodità e sicurezza?

A questo ci ha pensato lo studio canadese “Architecture Microclimat”, vincitore del Grands Prix du Design 2015 nella categoria Athletic Training Centre Award, grazie alla realizzazione del centro sportivo La Taule: un grande open space su due livelli che ospita tutti i servizi e le strutture per body-builders, ginnasti e fitness addicted.

Il centro atletico La Taule sorge a Waterloo in Québec, località nelle Eastern Townships a circa 100 km ad Est dalla città di Montréal.
Centro le taule interno
L’idea innovativa è stata quella di riqualificare il territorio, trasformandolo nel 2010 da vecchia prigione abbandonata in un centro fitness adatto sia ad atleti professionisti che a dilettanti.

La struttura progettata da Microclimat è un grande open space sviluppato su due livelli e dotato di una struttura a soppalco capace di supportare le barre orizzontali, un’ampia scala che può essere utilizzata anche per allenarsi e un sottotetto in cui sono fissati gli anelli per le ginnaste, posizionati a circa 7,5 metri di altezza.

L’edificio compatto prevede anche una zona esterna dotata di grandi vetrate scorrevoli, che permetterà di svolgere l’attività fisica all’aria aperta nella stagione estiva.

Per l’interno si è pensato di combinare insieme all’acciaio due tipi di legno: il legno di ciliegio e il cedro rosso per trasmettere un’atmosfera calda e accogliente.

La Taule è un vero esempio di architettura sostenibile, in quanto è capace di amalgamare la bellezza e l’eleganza della struttura con le richieste e le necessità della popolazione.

L'articolo è scritto da:

Lucy Modugno
Lucy Modugno 9 posts

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’università degli studi di Bari Aldo Moro nell’anno 2016. Scrittrice e amante della fotografia e dell’artigianato. Appassionata di edilizia e architettura ecosostenibile nel rispetto delle condizioni energetiche e di qualità dell’ambiente, affinché esse permettano di creare un’interazione armonica tra l’uomo e la natura.

Potrebbe interessarti anche:

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Boom di richieste per la casa domotica Came

L’azienda italiana Came S.p.a., con sede a Treviso, ha recentemente ricevuto un feedback positivo dal Lussemburgo per il suo progetto Came Domotic 3.0: sono oltre duemila gli appartamenti che verranno

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Dubai: il megaimpianto fotovoltaico dell’azienda italiana Ghella

Il raggruppamento di imprese costituito dall’italiana Ghella e dalle spagnole Gransolar e Acciona ha appena firmato a Dubai l’accordo per realizzare quello che diverrà il più grande impianto fotovoltaico esistente

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Crossboundaries crea il sesto Family Box in Cina

Si tratta di una struttura a due livelli di 4.400 mq posta all’angolo di un centro commerciale che accoglie i visitatori con una libreria, un negozio e spazi per le