La struttura progettata da “Architecture Microclimat”: La Taule

La struttura progettata da “Architecture Microclimat”: La Taule

Architecture Microclimat è uno studio di architettura di Montreal, in Canada, fondato nel 2013 da Guillaume Marcoux e Olivier Lajeunesse-Travers. L’obiettivo dell’azienda giovane è quello di formulare progetti architettonici che siano integrati con l’ambiente circostante.

Al fine di proporre soluzioni architettoniche sostenibili, adatte all’ambiente, Microclima vuole raccogliere le conoscenze di tutti gli attori coinvolti nella realizzazione dei progetti.

Ubicazione della struttura

La Taule sorge a Waterloo in Québec, località nelle Eastern Townships a circa 100 km ad Est dalla città di Montréal ed è situato all’angolo di Boulevard.

Origini dell’edificio

Il centro sportivo La Taule originariamente era una prigione abbandonata. Nel 2010 fu trasformato in un centro fitness. Nel 2014 il fondatore acquistò un immobile in un settore in via di sviluppo di Waterloo, al fine di costruire un centro adatto sia agli atleti professionisti che a dilettanti.

Dettagli del progetto

Ogni elemento del progetto è stato ideato per coloro che utilizzeranno il centro: dal mezzanino di struttura capace di supportare le barre orizzontali, all’ampia scala che potrà essere utilizzata anche per allenarsi, al tetto in cui sono attaccati gli anelli delle ginnaste, che permetterà agli atleti di ergersi 25 metri da terra.

La forma compatta del nuovo edificio riduce le dimensioni delle fondamenta e delle pareti esterne, liberando gran parte della struttura e creando una zona di allenamento ubicata all’esterno, composta da ampie vetrate scorrevoli. Inoltre, le due aperture situate all’estremità della facciata, permettono la creazione di un percorso interno ed esterno.

Orgoglio locale

Quando La Taule fu inaugurato nella primavera del 2015, si percepì da subito l’orgoglio dei residenti locali e dei futuri utenti del centro. Tutti erano felici di constatare che gli imprenditori locali avevano scelto di investire nella loro area per portare questo progetto alla vita, contribuendo inoltre alla qualità di questo edificio resistente ed elegante, che gioca un ruolo attivo nello sviluppo di questa parte di Waterloo.

Oltre ad essere il vincitore del Gran Premi du Design 2015, nella categoria del centro di preparazione atletica, La Taule è stato anche nominato come finalista per il premio di eccellenza architettonica 2015 dall’Ordine degli Architetti del Québec nella categoria commerciale e uffici.

Obiettivo

Il fine del progetto è quello di offrire agli utenti un luogo di incontro in cui poter eccellere.

Microclimat ha immaginato un grande spazio aperto su due livelli che potesse permettere a tutti i ginnasti e gli appassionati di fitness di allenarsi sotto un unico tetto. La combinazione di cedro rosso e il legno di ciliegio con l’acciaio contribuisce a creare uno spazio caldo e accogliente.

Il centro offre attività sportive e familiari di alto livello grazie allo sviluppo di aree di intrattenimento interne ed esterne al piano terra e spazi dedicati alla danza situati al piano superiore.

Previous Eliminata l’autorizzazione paesaggistica per piccoli interventi
Next Primo bando CRESCO Award Città Sostenibili

About author

Lucy Modugno
Lucy Modugno 9 posts

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’università degli studi di Bari Aldo Moro nell’anno 2016. Scrittrice e amante della fotografia e dell’artigianato. Appassionata di edilizia e architettura ecosostenibile nel rispetto delle condizioni energetiche e di qualità dell’ambiente, affinché esse permettano di creare un’interazione armonica tra l’uomo e la natura.

View all posts by this author →

You might also like

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Saigon: ampi spazi in una piccola casa

Creare un appartamento ventilato e luminoso su un lotto di appena 3,5×12 metri, con una sola facciata rivolta verso la strada: questa la sfida raccolta e vinta dallo studio vietnamita

Viaggi nel mondo dell'edilizia

La cucina raffinata si fa rock

Ha vinto il Restaurant and Bar Design Award: si tratta di The Jane, il ristorante in cui rock e cucina raffinata si incontrano. L’architetto Piet Boon, in collaborazione con Studio

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Il conservatorio Paul Dukas

Tetro, in stato di abbandono, con queste parole l’architetto parigino Bernard Desmoulin ha descritto il quartiere della sua città a cui è riuscito a dare un tocco di ottimismo contemporaneo.