0 3065 Views

Rubner e Cucinella creano il nuovo asilo sostenibile

Nasce a Guastalla (RE), grazie alla collaborazione tra lo Studio Mario Cucinella Architects di Bologna e Rubner Holzabu, un asilo nido all’avanguardia, sostenibile e a misura di insegnanti e bambini.

Holzabu ha realizzato per 40 anni progetti dal carattere estroso, che riuscivano a coniugare l’esigenza di avere un basso impatto sull’ambiente con quella di concretizzare lo stile personale di architetti di fama internazionale.

L’edificio, parte integrante del piano di lavoro per la ricostruzione delle zone dell’Emilia colpite dal terremoto del 2012, sostituisce due nidi danneggiati e può ospitare fino a 120 bambini.

La disposizione degli spazi, delle varie aree didattiche e la scelta dei materiali risponde all’esigenza di favorire la massima interazione tra il bambino e la natura, tra interno ed esterno.

Ad eccezione delle fondamenta in cemento armato, la struttura portante è costituita da telai di legno lamellare e tutti i materiali utilizzati sono naturali o riciclati a basso impatto ambientale.

Il progetto è, inoltre, frutto di una grande ricerca architettonica, che si ritrova anche nella scelta di materiali e finiture, atta a garantire la massima sicurezza in caso di sollecitazioni sismiche, come quelle verificatesi in Emilia qualche anno fa.

Altro leitmotiv del progetto è l’interazione tra gli interni e il paesaggio, tra il fuori e il dentro, data dagli elementi verticali in legno della struttura che ricordano i tanti alberi ad alto e medio fusto del giardino. Questo conferisce leggerezza all’edificio, ma anche compattezza e solidità.

Lo stabile ha ottenuto la certificazione di Classe A grazie agli impianti ad elevata efficienza energetica: l’utilizzo di sistemi innovativi per il recupero dell’acqua piovana, i pannelli fotovoltaici, l’elevata coibentazione e la disposizione di superfici trasparenti (che si trovano esclusivamente nella facciata esposta a sud) contribuiscono a rendere minimo il ricorso a impianti che forniscano energia.

Previous Il fotovoltaico che farà parte del quotidiano
Next Il conservatorio Paul Dukas

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Il conservatorio Paul Dukas

Tetro, in stato di abbandono, con queste parole l’architetto parigino Bernard Desmoulin ha descritto il quartiere della sua città a cui è riuscito a dare un tocco di ottimismo contemporaneo.

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Freeboter: il progetto dell’architetto Giacomo Graziani nel cuore di Amsterdam

Il quartiere Zeeburger, nel cuore di Amsterdam, è una vasta area sotto il livello del mare in cui si stanno avviando importanti iniziative abitative. Fra queste vi è il progetto

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Multinazionale cinese pronta a investire in Italia

La Wanda Group, multinazionale cinese fra le più importanti al Mondo, ha evidenziato la sua volontà di investire in progetti edili nel territorio italiano. A quanto fanno sapere i CEO