Paesaggista fiorentino premiato a Singapore

Paesaggista fiorentino premiato a Singapore

Stefano Passerotti, garden design fiorentino, ha ottenuto due importanti riconoscimenti internazionali all’evento di settore più importante in estremo Oriente, il Garden Festival che si svolge annualmente a Singapore. Stefano Passerotti è stato invitato personalmente dagli organizzatori della manifestazione e ha ottenuto due medaglie d’oro, un premio di grand prestigio, per la categoria “Fantasy Garden” e il “Best of Show” che premia i migliori lavori di tutte le categorie partecipanti.

stefano-passerott

L’idea che ha convinto i giudici è stata “la resilienza della natura”, caratterizzato da 80 metri quadri di giardino sul cui centro spicca una sorta di tempio immerso in un piccolo lago, simbolo dell’uomo e del contatto primordiale (anche se effimero) con la natura. Il concetto poetico che sta oltre la realizzazione è stato ideato da Stefano Passerotti in collaborazione con il collega Chicco Margaroli.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 585 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Viaggi nel mondo dell'edilizia

One Airport Square: in Ghana vince l’architettura green italiana

Lo studio di architettura “Mario Cucinella Architects” ha realizzato in Ghana il prestigioso ed ecosostenibile One Airport Square, un edificio a uso misto situato nell’aeroporto internazionale di Accra. L’idea che

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Aeroporto di Istanbul una nuova Torre di controllo

Il progetto, vincitore dell’International Architecture Award 2016 del Chicago Athenaeum, è stata disegnato da Pininfarina ed AECOM Una torre di forma ellittica ispirata ad un tulipano, simbolo di Istanbul e

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Maxi-opere in Turchia: inaugurato il terzo ponte sul Bosforo

Il ponte sul nord del Bosforo, realizzato con la partecipazione della società italiana Astaldi, che mantiene il 50% delle quote totale, è uno dei lavori più imponenti non solo della