Ecobonus: vademecum ENEA per interventi di domotica
1680 Views

Ecobonus: vademecum ENEA per interventi di domotica

L’Ecobonus autorizzato dalla recente Legge di Stabilità riguarda, oltre agli interventi per l’efficientamento energetico più classici, anche quelli basati sulla building automation, ovvero gli interventi di domotica che consentono di controllare impianti termici e altri elettrodomestici nella propria casa in maniera automatizzata, quindi con controllo da remoto (le detrazioni riguardano solo gli impianti, non gli smartphone o i dispositivi delegati al controllo da parte dell’utente).

Sul sito dell’ente ENEA è infatti disponibile un vademecum completo che elenca tutti i possibili incentivi cui è possibile accedere qualora si decida di installare nella propria casa degli impianti di questo tipo, che possono arrivare fino al 65% delle spese sostenute per l’installazione e la messa in opera di sistemi di building automation. Le spese e i documenti devono essere inviati telematicamente tramite il sito ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori. Un’occasione per migliorare l’efficienza energetica e innovare la propria casa secondo le ultime novità del settore.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Ecobonus e case in comodato

Una recente sentenza della Commissione Tributaria dell’Emilia Romagna, la n. 1281 del 2018, ha chiarito come l’ecobonus governativo per la riqualificazione energetica di un edificio possa essere richiesta e accordata

Ambiente

Criteri Ambientali Minimi per la gestione dei cantieri della Pubblica Amministrazione

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato dei nuovi criteri minimi in riferimento ai servizi di progettazione, costruzione o ristrutturazione di cantieri edili riguardanti

Ambiente

Reato su vincolo paesaggistico solo se le modifiche superano il 30%

La Corte di Cassazione, con la sentenza n.7243/2019, ha messo in chiaro che l’ipotesi di reato sulla violazione di un limite imposto dal vincolo paesaggistico vigente è da considerarsi valida