Nuovo contratto ANCE per fornitura di calcestruzzo preconfezionato

Nuovo contratto ANCE per fornitura di calcestruzzo preconfezionato

L’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili ha aggiornato, dopo sei anni dall’ultima modifica, il contratto per la fornitura di calcestruzzo preconfezionato. Il nuovo documento è aggiornato e tiene conto delle ultime normative di settore ed è un’importante strumento per il controllo della qualità del calcestruzzo fornito, che assicura contro frodi le imprese acquirenti in maniera più valida che in passato.

Il fornitore dovrà infatti dimostrare che il calcestruzzo venduto abbia la specifica certificazione del processo di produzione FPC, i cui riferimenti dovranno essere inseriti anche a vista nella bolla di trasporto del materiale venduto. Le due tipologie di calcestruzzo che potranno essere vendute sono il calcestruzzo a prestazione garantita o a composizione richiesta. Nel primo caso, la società fornitrice si impegna anche a garantire che il prodotto mantenga gli standard di resistenza a compressione, entro 28 giorni dalla consegna della merce. Le responsabilità della messa in opera del calcestruzzo restano invece sempre a carico dell’impresa di costruzioni acquirente.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 635 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Normative

Consultazione sul nuovo piano energetico nazionale

La Consultazione sul nuovo Piano Energetico Nazionale, che in un primo momento avrebbe dovuto concludersi entro il 12 luglio, è ancora nel pieno dell’attività e la sua chiusura è stata

Normative

Approvata la circolare con le Norme Tecniche Costruzioni 2018

L’aggiornamento con le nuove Norme Tecniche Costruzioni, in breve NTC, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale lo scorso 20 febbraio 2018 (Decreto Ministeriale 17/01/2018), è composto non solo dal corpus del decreto

Normative

L’esclusione dalla gara d’appalto rientra nel “rito speciale appalti”

Le imprese escluse da una gara d’appalto avranno 30 giorni di tempo per presentare il ricorso, questo perché l’esclusione è considerata motivazione per poter accedere al “rito speciale appalti”, che