Nuovo contratto ANCE per fornitura di calcestruzzo preconfezionato

Nuovo contratto ANCE per fornitura di calcestruzzo preconfezionato

L’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili ha aggiornato, dopo sei anni dall’ultima modifica, il contratto per la fornitura di calcestruzzo preconfezionato. Il nuovo documento è aggiornato e tiene conto delle ultime normative di settore ed è un’importante strumento per il controllo della qualità del calcestruzzo fornito, che assicura contro frodi le imprese acquirenti in maniera più valida che in passato.

Il fornitore dovrà infatti dimostrare che il calcestruzzo venduto abbia la specifica certificazione del processo di produzione FPC, i cui riferimenti dovranno essere inseriti anche a vista nella bolla di trasporto del materiale venduto. Le due tipologie di calcestruzzo che potranno essere vendute sono il calcestruzzo a prestazione garantita o a composizione richiesta. Nel primo caso, la società fornitrice si impegna anche a garantire che il prodotto mantenga gli standard di resistenza a compressione, entro 28 giorni dalla consegna della merce. Le responsabilità della messa in opera del calcestruzzo restano invece sempre a carico dell’impresa di costruzioni acquirente.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 538 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Normative

Nuovo Regolamento Autorizzazione Paesaggistica Semplificata

Il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato il disegno di legge che regolamenta le autorizzazioni paesaggistiche semplificate e individua gli interventi che non necessitano di procedura specifica per il loro

Normative

Abusi edilizi: archiviazione non fa rima con demolizione

Secondo l’importante risultato ottenuto con la sentenza n. 45428/2016 sezione III della Corte di Cassazione, che crea precedente, qualora un procedimento penale riguardante un abuso edilizio fosse stato archiviato e

Normative

I comunicati Anac sono considerati non vincolanti

Il Tar di Perugia, con la sentenza n. 428 del 31 maggio 2017, ha stabilito che le direttive contenute nei comunicati Anac devono essere considerate come pareri non vincolanti, ovvero