Nuovo Codice Appalti: le linee guida sui gravi illeciti professionali

Nuovo Codice Appalti: le linee guida sui gravi illeciti professionali

L’Anac ha recentemente approvato le linee guida n. 6 riguardanti i gravi illeciti professionali, il testo integrale è contenuto nella delibera n. 1263 del 16 novembre 2016 ed è già operativa. Grazie alle nuove linee guida il Nuovo Codice Appalti durante gli appalti il concorrente non sarà subito estromesso dalla gara in caso di inadempienze ed errori ma è compito dell’ente appaltante verificare le circostanze di esclusione con mezzi di prove adeguati.

Le nuove linee guida si applicano a tutti gli appalti nei settori ordinari, sopra o sotto la soglia, e anche ai settori speciali qualora l’aggiudicatore sia un’amministrazione aggiudicatrice. I gravi illeciti professionali che individuano le nuove linee guida sono considerati tali se riportabili in via diretta all’operatore economico (in quanto persona giuridica) e quando siano rilevati comportamenti ostativi da parte di persone fisiche. Le stazioni appaltanti sono tenute a comunicare all’Anac quali provvedimenti abbiano adottato e i provvedimenti di condanna emessi dall’autorità giudiziaria nei casi di gravi illeciti professionali verificati in fase di gara e appalto, affinche possano essere iscritti nel Casellario informatico specifico.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 606 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Normative

Sentenze: l’appaltatore è responsabile anche per il progettista

La sentenza della Corte di Cassazione n. 20214 del 2017 stabilisce che tutti gli errori, anche quelli del progettista, devono essere rimborsati dall’appaltatore. Nel particolare, la sentenza si è occupata

Normative

Professionisti. Cancellato l’obbligo di split payment

L’obbligo di split payment per i professionisti, previsto da un correttivo alla manovra finanziaria 2017 (decreto 50/2017) che obbligava i professionisti, e non solo le imprese, sparisce nel 2018. La

Normative

Fondi infrastrutture e sicurezza ai piccoli comuni

La nuova Legge di Bilancio 2019 dà il via anche all’attuazione dello specifico decreto che sblocca un fondo di 400 milioni di euro per la realizzazione di infrastrutture e sicurezza