Nuovi finanziamenti dal Fondo Sviluppo e Coesione

Nuovi finanziamenti dal Fondo Sviluppo e Coesione

Il CIPE, ovvero il Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, ha recentemente comunicato agli operatori del settore edile che metterà a disposizione 15,2 miliardi di euro da destinare alle infrastrutture, all’efficienza energetica e alla ricerca e sviluppo sulle fonti di energia rinnovabili. I settori di intervento saranno le strade, le ferrovie, le metropolitane e più in generale il trasporto urbano, oltre che la messo in sicurezza delle infrastrutture in ferro e delle dighe. Il piano prevede anche dei finanziamenti più specifici nel settore ambientale in particolare per l’efficientamento energetico, il trattamento dei rifiuti, la bonifica di aree a rischio, i sistemi fognari e la messa in opera di nuovi impianti e infrastrutture green.

Il piano, subito dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, dovrà essere avvallato da accordi specifici fra Stato e Regioni. I contratti e le commissioni dovranno essere stipulati entro il termine del 31 dicembre 2019 perché siano considerati finanziabili dai fondi CIPE.

Previous Parte il piano governativo per l’efficienza energetica degli immobili pubblici
Next In arrivo l’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Nuovo codice appalti: l’Anac lancia l’allarme da caos bandi

Il nuovo codice appalti in vigore in Italia dal 18 aprile, che recepisce le direttive europee sul settore edile n. 23, 24 e 25 del 2015, contiene anche delle nuove

Attualità

Ordini professionali in piazza per tutelare i professionisti e i giovani

Il 13 maggio a Roma i professionisti e i vertici Ordini professionali sono scesi in piazza a Roma per mettere in chiaro quali siano le tutele che gli ordini devono

Attualità

Sismabonus: asseverazione del tecnico prima dell’inizio dei lavori

L’Agenzia delle Entrate, tramite l’interpello 31 del 2018, chiarisce le tempistiche di inoltro dell’asseverazione del tecnico che attesti il miglioramento della classe di rischio sismico per l’immobile valido per usufruire