CMF Greentech vince il premio Saie Innovation – verso impatto zero

CMF Greentech vince il premio Saie Innovation – verso impatto zero

La start-up modenese CMF Greentech ha recentemente vinto il riconoscimento Saie Innovation – verso impatto zero per il suo impegno nel campo dei materiali di recupero e green. Le costruzioni realizzate dalla ditta infatti non utilizzano nessun derivato petrolifero e della formaldeide, recentemente considerata tossica e presente comunque in tantissimi oggetti di cui si fa uso quotidiano. Una delle novità che ha consentito all’azienda di vincere l’ambito premio è la realizzazione di pannelli per bioarchitettura costituiti interamente da materiali naturali come canapa e materiali di risulta, che insieme costituiscono un ottimo ed ecologico collante. La caratterizzazione dei pannelli dal punto di vista chimico fisico, termico e acustico è stata supportata dalla collaborazione con l’Università di Bologna, mostrando che ricerca e aziende insieme possono essere un punto di partenza per migliorare il sistema edilizio.

L’economia circolare, secondo Palma Costi, assessore regionale dell’Emilia Romagna alle Attività produttive e alla Ricostruzione post-sisma presente all’inaugurazione dell’azienda di costruzioni, è una delle più importanti risorse per il futuro e rende il settore delle costruzioni un volano per portare all’attenzione del territorio la crescita sostenibile e il rispetto per l’ambiente che ci circonda.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 635 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Nuove Tecnologie

Il fotovoltaico che farà parte del quotidiano

Negli ultimi anni l’industria solare sta studiando le potenzialità del fotovoltaico organico, meno efficiente rispetto ai classici pannelli, ma molto più versatile. Qualsiasi superficie, quindi, potrebbe generare energia pulita. I

Nuove Tecnologie

Elissa House: il prototipo dell’Università di Napoli per abitazioni antisismiche

Il progetto Elissa House, sviluppato presso la Facoltà di Ingegneria strutturale dell’Ateneo Federico II di Napoli ha superato il suo primo test antisismico: l’abitazione costruita sulle pedane vibranti ha infatti

Nuove Tecnologie

Nasce la prima casa stampata in 3D

L’architetto Massimiliano Locatelli (CLS Architetti) ha progettato un prototipo di casa interamente realizzata con stampante 3D. Il progetto si chiama 3D Housing 05 ed è stata realizzata in collaborazione con