CMF Greentech vince il premio Saie Innovation – verso impatto zero

CMF Greentech vince il premio Saie Innovation – verso impatto zero

La start-up modenese CMF Greentech ha recentemente vinto il riconoscimento Saie Innovation – verso impatto zero per il suo impegno nel campo dei materiali di recupero e green. Le costruzioni realizzate dalla ditta infatti non utilizzano nessun derivato petrolifero e della formaldeide, recentemente considerata tossica e presente comunque in tantissimi oggetti di cui si fa uso quotidiano. Una delle novità che ha consentito all’azienda di vincere l’ambito premio è la realizzazione di pannelli per bioarchitettura costituiti interamente da materiali naturali come canapa e materiali di risulta, che insieme costituiscono un ottimo ed ecologico collante. La caratterizzazione dei pannelli dal punto di vista chimico fisico, termico e acustico è stata supportata dalla collaborazione con l’Università di Bologna, mostrando che ricerca e aziende insieme possono essere un punto di partenza per migliorare il sistema edilizio.

L’economia circolare, secondo Palma Costi, assessore regionale dell’Emilia Romagna alle Attività produttive e alla Ricostruzione post-sisma presente all’inaugurazione dell’azienda di costruzioni, è una delle più importanti risorse per il futuro e rende il settore delle costruzioni un volano per portare all’attenzione del territorio la crescita sostenibile e il rispetto per l’ambiente che ci circonda.

Previous Blueprint Competition: un disegno per Genova
Next Aeroporto di Istanbul una nuova Torre di controllo

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Nuove Tecnologie

Catania: come estrarre energia dagli agrumi

Dalla lavorazione biologica di buccia, semi e polpa (pastazzo), scarti ottenuti dalla lavorazione di agrumi, si potrebbe estrarre energia elettrica. Questo l’obiettivo del progetto “Energia dagli agrumi”, promosso dal Distretto

Nuove Tecnologie

Made expo 2017: Convegno sull’uso della luce naturale

Il presidente dell’Associazione Comuni Virtuosi, Marco Boschini, durante il convegno Made Expo tenutosi allo Spazio Velux e dedicato al tema Architettura e Luce ha illustrato ai professionisti e alle pubbliche

Nuove Tecnologie

Puglia: il primo ecovillaggio a idrogeno

L’ecovillaggio, alimentato a idrogeno, sarà totalmente autonomo sotto il profilo energetico, mentre la struttura sarà realizzata con le stampanti 3D per l’edilizia. L’idea è nata grazie all’attività di H2U Fondazione