Aumenta l’uso dei droni nel settore edile

Aumenta l’uso dei droni nel settore edile

I droni sono sempre più utilizzati nel settore edile per la loro versatilità e la possibilità di ottenere dati e rilevazioni precise con interventi di precisione e poco invasivi. Questa nuova tecnologia infatti risponde alle esigenze del settore edile, che li impiega non solo per le rilevazioni e il monitoraggio strutturale, ma anche per la diagnosi energetica o la pulizia delle facciate di edifici pubblici e civili.

Occhi puntati sul nuovo drone recentemente ideato dall’Università dell’Alabama, che consente di definire dispersioni termiche e temperatura così come i danni invisibili a livello strutturale degli edifici, che fa di questa nuova tecnologia un ottimo sistema diagnostico per progettare interventi mirati e diminuire il costo complessivo dei lavori. Anche in Italia si studiano nuovi utilizzi: il progetto Enea infatti sta studiando un drone con tecnologia all’avanguardia, il Venus Swarm, utile ad acquisire informazioni precise sulle pareti costiere prevenire i danni del cambiamento climatico, trasmettendo i dati ai laboratori tecnici via satellite.

Previous Mutui per interventi di trasformazione edilizia in Valle d’Aosta
Next Testo Unico Appalti al via dal 18 aprile

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Nuove Tecnologie

DOCET, l’applicativo per le attestazioni energetiche, si rinnova

Il software utilizzato per la certificazione e le attestazioni energetiche, sviluppato dall’ente ENEA in collaborazione con il CNR, è disponibile online nella sua nuova versione aggiornata e compatibile con la

Nuove Tecnologie

Puglia: il primo ecovillaggio a idrogeno

L’ecovillaggio, alimentato a idrogeno, sarà totalmente autonomo sotto il profilo energetico, mentre la struttura sarà realizzata con le stampanti 3D per l’edilizia. L’idea è nata grazie all’attività di H2U Fondazione

Nuove Tecnologie

Il fotovoltaico che farà parte del quotidiano

Negli ultimi anni l’industria solare sta studiando le potenzialità del fotovoltaico organico, meno efficiente rispetto ai classici pannelli, ma molto più versatile. Qualsiasi superficie, quindi, potrebbe generare energia pulita. I