0 1833 Views

Click Day nel settore amianto

Le imprese interessate al bonus amianto cominciano a “scaldare le dita” per il click day previsto dal Ministero dell’Ambiente relativo al bonus per la bonifica dall’amianto. Il portale per il credito di imposta per interventi di bonifica da amianto è già attivo all’indirizzo , ma le domande potranno essere inoltrate da tutto il territorio nazionale a partire dal 16 novembre. La possibilità di registrazione delle imprese al portale è disponibile dal 27 ottobre.

Le risorse disponibili per il bonus ammontano in totale a 17 milioni di euro e il ministero ha predisposto un call center tecnico – informativo in cui richiedere tutte le informazioni sul bando, disponibile al numero 06/76291470 dal lunedì al venerdi (9,00 – 13,30 e 14,30 – 17,00). L’esito della domanda, una volta inoltrata telematicamente, arriverà alle imprese vincitrici entro 90 giorni, e dal 17 febbraio cominceranno a essere erogati i crediti, che potranno essere scontati dai successivi adempimenti fiscali delle imprese di settore.

Previous Il SAIE di Bologna diventa Biennale
Next Nuovo portale per incentivi su impianti biometano

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Bandi

Geraci 2.0: una città in transizione

Geraci 2.0 una città in transizione è il nome del nuovo concorso di idee che verrà lanciato a fine settembre dall’Amministrazione Comunale di Geraci in collaborazione con l’Ordine degli Architetti

Bandi

Nuovi fondi per ricerca e innovazione

Il Fondo europeo di garanzia per le piccole e medie imprese si arricchisce di una nuova sezione dedicata alla ricerca e all’innovazione, che conta un finanziamento pari a cento milioni

Bandi

Nuovi bandi per boschi e foreste

Grazie ai fondi previsti dal Piano per lo sviluppo rurale 2014-2020, le Regioni italiane potranno emanare nuovi bandi per progetti specifici di conservazione, manutenzione, protezione e sviluppo di boschi e