0 2390 Views

Nuovo portale per incentivi su impianti biometano

Da questo mese è online un nuovo portale gestito da GSE in cui è possibile richiedere gli incentivi previsti dalla nuova legge di stabilità per quanto riguarda la produzione di gas biometano da destinare alla rete di gas naturale e utilizzare nel settore dei trasporti o negli impianti di cogenerazione di energia. Per iscriversi e accedere al sito “Portale Biometano” è necessario connettersi alla pagina web applicazioni.gse.it, prima come clienti e successivamente sottoscrivendo l’applicativo specifico “Biometano”.

Con quest’ultimo è possibile richiedere gli incentivi, che saranno stanziati agli operatori e ai soggetti responsabili di impianti a biometano interessati che abbiano inoltrato telematicamente la loro domanda. Il sito è stato predisposto secondo le linee guida del Decreto Ministeriale del 5 dicembre 2013 che regolamenta le modalità di incentivazione specifiche per il biometano. Le prime richieste di qualifica a progetto di impianto di produzione di biometano di nuova realizzazione sono già state accolte dal Gestore dei Servizi Energetici nazionale.

Previous Click Day nel settore amianto
Next Regolamento Edilizio Unico: gli enti locali ne escono rafforzati

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Ambiente

Pubblicato report I-Com sull’efficienza energetica

Secondo l’analisi condotta dall’Istituto per la Competitività I-Com in collaborazione con ENEA, l’Agenzia Nazionale per le Nuove tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile, l’efficienza energetica degli edifici è assicurata

Ambiente

Conto Termico per le Scuole

Gli incentivi per l’efficientamento energetico, previsti dal decreto ministeriale del 16/02/2016 entrati in vigore ufficialmente il 31 maggio sono disponibili non solo per le unità abitative private ma anche per

Ambiente

Reato su vincolo paesaggistico solo se le modifiche superano il 30%

La Corte di Cassazione, con la sentenza n.7243/2019, ha messo in chiaro che l’ipotesi di reato sulla violazione di un limite imposto dal vincolo paesaggistico vigente è da considerarsi valida