Legambiente presenta i 100 nuovi materiali per la nuova edilizia

Legambiente presenta i 100 nuovi materiali per la nuova edilizia

Nel corso della recente fiera di settore Ecomondo a Rimini, Legambiente ha presentato un importante report in cui si illustrano i nuovi materiali per l’edilizia, che da una parte diminuiscono le estrazioni e dall’altra guardano al riciclo come nuova tendenza nel campo delle costruzioni e del settore edile.

Come ha illustrato nell’incontro di presentazione del documento Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente, il settore delle costruzioni è negli ultimi anni in profondo cambiamento e non è più considerato come un tempo un’attività ad alto impatto ambientale, anche grazie alle recenti scoperte tecnologiche e alla ricerca che è sempre più attenta al riciclo e all’utilizzo di materiali meno inquinanti che in passato. Nel documento, redatto con il contributo di Ecopneus nell’ambito dell’Osservatorio Recycle, sono presenti fra l’altro le tecnologie che consentono di trasformare i problemi (come per esempio i detriti delle demolizioni) in risorse, grazie alla trasformazione in mattoni. Il documento completo è disponibile nel sito ufficiale di Legambiente alla sezione “Dossier”.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 635 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Sgravi riqualificazione energetica

Verifiche Enea su accesso bonus riqualificazione energetica Cominciano i controlli a campione dell’Enea per verificare la sussistenza delle condizioni di accesso per chi ha richiesto gli incentivi statali per la

Ambiente

Reato su vincolo paesaggistico solo se le modifiche superano il 30%

La Corte di Cassazione, con la sentenza n.7243/2019, ha messo in chiaro che l’ipotesi di reato sulla violazione di un limite imposto dal vincolo paesaggistico vigente è da considerarsi valida

Ambiente

Sbloccato il Fondo per il dissesto idrogeologico

Il ministro dell’Ambiente ha recentemente sbloccato, con la firma sul relativo decreto, il Fondo governativo dedicato alla progettazione sul dissesto idrogeologico. Il fondo ammonta a 5 milioni e 700 mila