L’Emilia-Romagna investe sull’edilizia green

L’Emilia-Romagna investe sull’edilizia green

L’obiettivo dichiarato della Regione Emilia-Romagna è arrivare al 50% di acquisti green ed ecosostenibili entro il 2018, una percentuale che sale a livelli ancora superiori nei casi di ricostruzione edilizia e urbana previsti dal Nuovo Codice Appalti. Il nuovo piano “ Green Public Procurement” discusso lo scorso novembre dalla Giunta regionale, e approvato in questi giorni dalla Giunta legislativa, definisce il nuovo corso “verde” non solo nel campo dell’edilizia, ma anche dell’energia e dei trasporti pubblici cittadini.

La Regione ha già un importante primato in Italia sul tema delle Dichiarazioni ambientali di prodotto, è infatti la prima per numero di certificazioni richieste e attenute. Buoni anche i risultati per il Sistema comunitario di ecogestione e audit   e per il marchio di qualità ecologica Ecolabel. L’Assessore regionale all’Ambiente Paola Gazzolo si dichiara soddisfatta dei risultati raggiunti perché il nuovo piano è un ulteriore miglioramento verso un’economia sempre più circolare e attenta alla salute dei cittadini e del territorio, alla sostenibilità e all’innovazione verso l’obiettivo, comune in Europa, di Emissioni Zero.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 635 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Impianto fototermico escluso dall’ecobonus

Il bonus dedicato alla riqualificazione energetica degli edifici esclude gli impianti fototermici, ovvero i sistemi per il recupero dell’energia in eccesso sviluppata da impianti fotovoltaici. L’esclusione è messa nero su

Ambiente

Sostenibilmente: iniziativa per la sostenibilità ambientale

L’organizzazione no profit Kyoto Club, che unisce una rete di imprenditori, enti e associazioni che sostengono e promuovono l’abattimento delle emissioni inquinanti e nocive con iniziative a tutela dell’ambiente e

Ambiente

Piemonte: le regole per l’autorimozione dell’amianto

In Piemonte è possibile procedere anche da sé alla rimozione dell’amianto, senza ricorrere alle imprese che si occupano della bonifica, ma solo in determinate condizioni e solo se la rimozione