0 2459 Views

Mobilità sostenibile: al via il fondo di 35 milioni di euro

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha posto la sua firma sul decreto per la mobilità sostenibile, un fondo previsto dal Collegato Ambiente che consente di sbloccare un fondo pari a 35 milioni di euro dedicati ai settori casa – lavoro e casa – scuola, nell’ottica della riduzione di emissioni nocive e dello sviluppo di una mobilità più attenta alle tematiche ambientali e del rispetto del territorio e della salute dei cittadini.

L’inquinamento nelle città è un problema che non può essere sottovalutato, presente in maniera trasversale su tutto il territorio nazionale, per questo è necessario adottare delle misure congiunte a livello governativo e territoriale che diano un aiuto ai Comuni italiani che vogliono impegnarsi nel rinnovo della mobilità nei centri urbani a favore di soluzioni “green”. I bandi di riferimento saranno pubblicati dal mese di settembre e prevederanno anche progetti di car sharing e la costruzione di piste ciclabili, oltre che programmi sulla sicurezza stradale e sulla riduzione del traffico urbano.

Previous DOCET, l’applicativo per le attestazioni energetiche, si rinnova
Next Normativa sulla trasparenza degli Ordini Professionali

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Ambiente

Nuovo portale per incentivi su impianti biometano

Da questo mese è online un nuovo portale gestito da GSE in cui è possibile richiedere gli incentivi previsti dalla nuova legge di stabilità per quanto riguarda la produzione di

Ambiente

Enea: Ecobonus per impianti ibridi e microgeneratori

Dal 9 maggio sul portale ufficiale Enea è possibile leggere il nuovo Vademecum online riguardante i sistemi ibridi e i microgeneratori, in relazione ai requisiti richiesti a tali impianti per

Ambiente

Multa UE all’Italia per le acque reflue

L’ultima stangata l’Italia l’ha ricevuta in questi giorni per il mancato rispetto delle normative europee riguardanti la gestione delle acque reflue. La multa per il momento ammonta a una cifra