DOCET, l’applicativo per le attestazioni energetiche, si rinnova

DOCET, l’applicativo per le attestazioni energetiche, si rinnova

Il software utilizzato per la certificazione e le attestazioni energetiche, sviluppato dall’ente ENEA in collaborazione con il CNR, è disponibile online nella sua nuova versione aggiornata e compatibile con la normativa UNI/TS 11300 e UNI 10349:2016. L’applicativo continuerà ad esser gratuito per i professionisti che si occupano di attestazione energetica e come le prime versioni potrà essere utilizzato solo per alcune determinate tipologie di edifici, in particolare per gli appartamenti o le unità immobiliari che abbiano una superficie non superiore ai 200 metri quadrati.

La diagnosi e la certificazione energetica è fondamentale nel settore della compravendita immobiliare per questo i software aggiornati alle nuove regolamentazioni europee sono strumenti indispensabili ai professionisti nel settore, che devono essere sempre aggiornati per migliorare competitività e professionalità.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 570 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Nuove Tecnologie

Made expo 2017: Convegno sull’uso della luce naturale

Il presidente dell’Associazione Comuni Virtuosi, Marco Boschini, durante il convegno Made Expo tenutosi allo Spazio Velux e dedicato al tema Architettura e Luce ha illustrato ai professionisti e alle pubbliche

Nuove Tecnologie

Cresce il settore delle costruzioni in legno

Dopo anni di stallo, il settore delle costruzioni in legno e della bioedilizia in Italia ha avuto un’ampia crescita, supportata dai dati positivi nelle importazioni delle materie prime come il

Nuove Tecnologie

Elissa House: il prototipo dell’Università di Napoli per abitazioni antisismiche

Il progetto Elissa House, sviluppato presso la Facoltà di Ingegneria strutturale dell’Ateneo Federico II di Napoli ha superato il suo primo test antisismico: l’abitazione costruita sulle pedane vibranti ha infatti