0 2370 Views

Molise: credito immediato per imprese che hanno ricostruito dopo il sisma

Il Presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, ha studiato una soluzione per ovviare il problema dei pagamenti non ancora versati alle imprese edili che si sono impegnate nella ricostruzione post-sisma. La proposta prevede la liquidità immediata da parte di Finmolise, che potrà ricorrere anche al Fri, ovvero il fondo istituito per le imprese.

Lo stanziamento complessivo ammonta a sei milioni di euro di natura rotativa, è un aiuto che la Regione mette in atto per venire incontro alle esigenze di liquidità degli imprenditori che hanno lavorato per la ricostruzione degli edifici dopo i danni subiti dal terremoto ma ancora non hanno visto riconosciuti i loro crediti dall’ Arps: in questo modo anche i lavori non ancora eseguiti per mancanza di fondi potranno essere intrapresi, con un grande vantaggio non solo per le imprese ma anche per tutti i cittadini che ancora non hanno potuto rientrare in possesso delle loro abitazioni danneggiate.

Previous La Campania si adegua alle direttive UE sui rifiuti
Next Elissa House: il prototipo dell’Università di Napoli per abitazioni antisismiche

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Decreto anticorruzione: sanzioni quinquennali

Il nuovo governo ha recentemente modificato la disciplina sui reati di corruzione effettuati dalle imprese. Se con il precedente decreto legislativo n. 231 del 2001 le misure interdittive per le

Attualità

PEC professionisti: sarà obbligatoria per le comunicazioni con la PA

Il Decreto Legislativo n. 179 del 26 agosto 2016, che integra la normativa del Codice dell’Amministrazione Digitale, introduce per i professionisti e le imprese l’obbligo di comunicare e interagire telematicamente

Attualità

Riforma Madia e conferenza di servizi

Entrerà in vigore il 28 luglio il decreto legislativo n. 127 del 30 giugno 2016, che fa parte del corpus della così detta Riforma Madia. Il testo, pubblicato nella Gazzetta