In Sicilia il settore edile è in forte calo

In Sicilia il settore edile è in forte calo

Il primo semestre del 2016 rivela una situazione disastrosa per il settore edile in Sicilia. A dare l’allarme è la Direzione affari economici e Centro studi dell’Ance nazionale attraverso un documento ufficiale, il Rapporto congiunturale sull’industria delle costruzioni in Sicilia, che rivela dati che non invertono la rotta negativa che la regione Sicilia ha fin dal 2007. In soli due anni, dal 2014 al 2016, il calo nel fatturato del settore è pari a 1,9 punti percentuali. Solo nei primi mesi del 2016 le nuove abitazioni costruite hanno subito un calo del 3,2% e gli esperti nel settore si aspettano un calo similare anche nell’edilizia pubblica, in particolare per il blocco degli apparti che è seguito (su tutto il territorio nazionale) dopo l’entrata in vigore del nuovo codice appalti.

Un altro dato allarmante sono i ritardi nei pagamenti della pubblica amministazione in relazione agli appalti, che in Sicilia registrano tempistiche più lunghe rispetto a tutte le altre regioni italiane. Proprio per questo le imprese nell’isola hanno dovuto dimezzare gli investimenti rispetto all’anno scorso e anche il personale impiegato nel settore ha subito un calo pari a 29 punti percentuali.

Previous Piattaforma sindacale unitaria per il rinnovo del contratto nazionale edilizia
Next Il Decreto Competitività snellisce i piccoli interventi in zona sismica

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Parte il piano governativo per l’efficienza energetica degli immobili pubblici

Anche gli edifici di proprietà della pubblica amministrazione dovranno essere allineati alle nuove direttive europee sul tema dell’efficienza energetica: il decreto Mise-Ambiente, approvato recentemente, ha valutato gli interventi totali su

Attualità

Lavori pubblici: ancora ritardi dalla pubblica ammistrazione

Nonostante la direttiva europea n. 7 del 2011 e il conseguente decreto legislativo n. 192 del 9 novembre 2012 che ne recepisce le finalità e mette nero su bianco le

Attualità

Nuovi fondi per dissesto idrogeologico

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato durante un incontro fra Stato e Regioni lo sblocco di fondi pari a 3,5 miliardi di euro, già stanziati dai governi precedenti e