Legge stabilità 2016 e bonus ristrutturazione alberghi
1413 Views

Legge stabilità 2016 e bonus ristrutturazione alberghi

La legge di stabilità nazionale 2016 conferma quanto contenuto nel Decreto legislativo n.83 del 2014 e conferma il credito di imposta pari al 30% per i proprietari di alberghi che decidono di ristrutturare o aumentare la cubatura dello stabile, secondo i tetti massimi stabiliti. L’agenzia delle entrate, con una circolare datata al 18 maggio 2016, ha confermato la possibilità mettendo però in chiaro che la richiesta deve essere effettuata con il modello F24 specifico e inoltrata con le nuove modalità di invio telematico.

Il tetto massimo per avere il bonus del 30% in credito di imposta è per lavori di importo inferiore o uguale a 200 mila euro ed è disponibile anche per lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria, efficientamento energetico degli impianti ed eliminazione delle barriere architettoniche secondo le nuove leggi. I fondi statali disponibili stanziati per il triennio 2016 – 2019 sono pari a 50 milioni di euro, il bonus verrà ripartito in credito di imposta per i tre anni successivi all’approvazione della richiesta.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Inarcassa taglia le sanzioni contributive ai professionisti

Ingegneri e architetti iscritti alla cassa previdenziale Inarcassa potranno usufruire da quest’anno dell’importante modifica sulle aliquote per le sanzioni relative ai contributi non versati. Se prima l’aliquota era pari al

Attualità

Blocco dei pagamenti pubblici a contribuenti inadempienti col fisco

Dal 1° marzo si abbasserà ulteriormente la soglia minima per la sospensione dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni e degli enti a totale partecipazione pubblica destinati ai contribuenti su

Attualità

Ancora rinvii per le Nuove Norme Tecniche delle Costruzioni

Il testo sulla Nuove Norme Tecniche delle Costruzioni non è ancora stato approvato, l’accordo previsto lo scorso 24 novembre nella seduta della Conferenza Unificata Stato-Regioni non è infatti stato raggiunto.