Novità per la segnalazione certificata di inizio attività SCIA

Novità per la segnalazione certificata di inizio attività SCIA

In questi giorni la Commissione per gli Affari Istituzionali ha cominciato i lavori per realizzare un decreto legislativo incentrato sulla segnalazione certificata di inizio attività SCIA. Lo schema normativo fa parte delle nuove leggi di riforma della Pubblica amministrazione per snellire la burocrazia. Le principali novità riguarderanno la messa a punto di moduli unici standardizzati per la comunicazione e la segnalazione SCIA, che verranno pubblicati nei siti istituzionali di riferimento in un’ottica di trasparenza.

Fino ad oggi infatti oltre al documento SCIA le imprese che vogliano comunicare alla pubblica amministrazione l’inizio, la modifica o la cessazione di attività devono presentare diverse altre istanze, definite dagli addetti ai lavori SCIA plurima. Con il nuovo decreto legislativo la comunicazione fra imprese e Pubblica amministrazione avrà delle tempistiche più rapide e il processo sarà semplificato con la presentazione di un unico documento.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 585 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Bonus compra-affitta

Il decreto legislativo n.133 del 12/09/2015 è diventato finalmente attuativo grazie al DM denominato sblocca-Italia. Con le nuove norme infatti sono previsti diversi sgravi per chi compra un immobile ad

Attualità

Quasi pronto il Decreto sulla Direzione dei lavori

Lo schema per il nuovo Decreto che conterrà le linee guida da seguire per il direttore dei lavori e il direttore dell’esecuzione dei contratti ha ottenuto il parere favorevole da

Attualità

Continua il successo del bonus prima casa

Il fondo di garanzia istituito dal Governo e dal Dipartimento del Tesoro, con la legge di Stabilità di due anni fa per favorire l’accesso al credito bancario per le giovani