Legno traslucido al posto del vetro
2222 Views

Legno traslucido al posto del vetro

A Stoccolma i ricercatori del prestigioso KTH Royal Institute of Technology hanno ideato una nuova tecnologia che potrebbe avere largo impiego in campo edilizio. Il legno traslucido, acquisito sottraendo al legno elementi come la lignina e aggiungendovi successivamente un apposito polimero che lo rende trasparente come il vetro, mantiene tutte le caratteristiche di resistenza proprie del legno. Gli studi hanno mostrato come sia possibile ottenere diversi livelli di opacità, in questo modo gli usi diventano i più differenti e flessibili, dall’uso al posto dei vetri negli infissi e nelle finestre fino alla finitura delle componenti d’arredo come vetrine o librerie.

Oltre agli usi nel campo edile, i ricercatori stanno mettendo a punto delle speciali celle solari trasparenti che utilizzano proprio il legno traslucido come elemento principale: il legno infatti, con le sue proprietà di dispersione della luce, riescono a trattenerla più a lungo che con altri materiali, migliorando in questo modo l’efficienza delle celle.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Nuove Tecnologie

Dall’università di Tokyo la ceramica che rilascia calore su richiesta

Molti materiali sono in grado di accumulare calore, ma il team creato dal Prof. Ohkoshi, della Facoltà di Scienze dell’Università di Tokyo, ha creato un materiale chiamato “ceramica ad accumulo

News

Nasce la prima casa stampata in 3D

L’architetto Massimiliano Locatelli (CLS Architetti) ha progettato un prototipo di casa interamente realizzata con stampante 3D. Il progetto si chiama 3D Housing 05 ed è stata realizzata in collaborazione con

Nuove Tecnologie

Catania: come estrarre energia dagli agrumi

Dalla lavorazione biologica di buccia, semi e polpa (pastazzo), scarti ottenuti dalla lavorazione di agrumi, si potrebbe estrarre energia elettrica. Questo l’obiettivo del progetto “Energia dagli agrumi”, promosso dal Distretto