Iglesias: appalto per edilizia abitativa

Iglesias: appalto per edilizia abitativa

In Sardegna l’Azienda Regionale per L’Edilizia abitativa ha pubblicato un bando di gara per l’appalto del recupero di 30 alloggi a scopo abitativo, situati in via Rita Atria a Iglesias (CI). I documenti ufficiali per poter partecipare al bando si trovano nel sito ufficiale dell’ente all’indirizzo www.area.sardegna.it. L’importo complessivo dei lavori è pari a 462.515,89 con possibile asta al ribasso, mentre gli oneri di sicurezza sono di un importo di 62.730,17 euro senza richiesta di ribasso. Il bando prevede un obbligo di sopralluogo nell’area in cui sono edificati gli alloggi e il termine in cui consegnare i documenti per la partecipazione al bando di gara è previsto per le ore 12.00 del 21 giugno 2016.

Il bando è pubblicato anche nella Gazzetta Ufficiale del 18 aprile 2016 nella sezione dei Contratti Pubblici. La durata dell’appalto non potrà superare i 180 giorni naturali e consecutivi e per ogni informazione è possibile contattare Agenzia A.R.E.A.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 570 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Bandi

Geraci 2.0: una città in transizione

Geraci 2.0 una città in transizione è il nome del nuovo concorso di idee che verrà lanciato a fine settembre dall’Amministrazione Comunale di Geraci in collaborazione con l’Ordine degli Architetti

Bandi

Nuovi finanziamenti governativi per l’edilizia e i beni culturali

Sono stati resi noti dal ministro Franceschini due nuovi programmi di finanziamento statale, rispettivamente di 65 milioni e di 67,2 milioni di euro, che andranno a supportare gli interventi su

Bandi

Nuovo bando-tipo dall’Anac per servizi e forniture

L’Anac ha approvato il nuovo bando-tipo standard per gli appalti che riguardano servizi e forniture superiori a 209 mila euro. L’autorità nazionale anti-corruzione stabilisce nuove regole per i bandi superiori