Edilizia: Rimborsi IVA in via prioritaria

Edilizia: Rimborsi IVA in via prioritaria

Il nuovo decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze datato 29 aprile 2016 informa che anche il settore edile usufruirà del rimborso in via prioritaria, a partire dal secondo trimestre del 2016. Grazie al decreto gli imprenditori che operano nel settore edile dovranno ricevere i rimborsi IVA dovuti al massimo tre mesi dopo la richiesta, sia che si tratti di crediti annuali che infra-annuali.

Il decreto legge amplia le tipologie di imprenditori ammessi al rimborso in via prioritaria, di cui facevano già parte subbapaltatori edili, operatori nel settore del recupero e del riciclaggio di metalli, produttori di zinco, piombo e stagno, costruttori di aeromobili e esercenti cinematografici. Per ottenere i rimborsi l’attività deve essere registrata alla Camera di Commercio del territorio di riferimento da almeno tre anni all’atto di presentazione dell’istanza e avere un’eccedenza detraibile richiesta a rimborso pari o superiore a 10 mila euro annuali o 3 mila tremestrali.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 594 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Sempre più imprese richiedono il “bollino di qualità” Antitrust

L’edilizia è uno dei settori in prima linea per la richiesta dell’attribuzione del rating di legalità, una sorta di bollino di qualità attribuito dall’Antitrust alle imprese considerate virtuose. Nel 2016

Attualità

Edilizia: le irregolarità in cantiere vanno comunicate alle Casse Edili

Gli ispettori del lavoro incaricati di svolgere vigilanza e controllo all’interno dei cantieri per assicurarsi che vengano rispettate tutte le norme sulla sicurezza sul lavoro avranno anche il compito di

Attualità

Mancano 6 mesi per usufruire dei bonus della Legge di Stabilità 2016

Sono già trascorsi sei mesi dalla pubblicazione della nuova legge di Stabilità che ha permesso di ottenere sgravi fiscali fra il 50% e il 65% per opere di ristrutturazione, riqualificazione