Edilizia: Rimborsi IVA in via prioritaria
1344 Views

Edilizia: Rimborsi IVA in via prioritaria

Il nuovo decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze datato 29 aprile 2016 informa che anche il settore edile usufruirà del rimborso in via prioritaria, a partire dal secondo trimestre del 2016. Grazie al decreto gli imprenditori che operano nel settore edile dovranno ricevere i rimborsi IVA dovuti al massimo tre mesi dopo la richiesta, sia che si tratti di crediti annuali che infra-annuali.

Il decreto legge amplia le tipologie di imprenditori ammessi al rimborso in via prioritaria, di cui facevano già parte subbapaltatori edili, operatori nel settore del recupero e del riciclaggio di metalli, produttori di zinco, piombo e stagno, costruttori di aeromobili e esercenti cinematografici. Per ottenere i rimborsi l’attività deve essere registrata alla Camera di Commercio del territorio di riferimento da almeno tre anni all’atto di presentazione dell’istanza e avere un’eccedenza detraibile richiesta a rimborso pari o superiore a 10 mila euro annuali o 3 mila tremestrali.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Giro di vite sul subbappalto

Il Governo, con la legge n.132 del 1° dicembre 2018 ha voluto dare un segnale forte e chiaro nella lotta al subbappalto illecito per le ditte che abbiano vinto un

Attualità

Incentivi per impianti geotermici tecnologici

Nel più ampio panorama della riconversione a fonti di energia rinnovabile e della de-carbonizzazione, il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha firmato la bozza di decreto che prevede interessanti incentivi

Attualità

Molise: credito immediato per imprese che hanno ricostruito dopo il sisma

Il Presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, ha studiato una soluzione per ovviare il problema dei pagamenti non ancora versati alle imprese edili che si sono impegnate nella