Cooperativa di Ravenna costruirà un tunnel nelle Filippine

Cooperativa di Ravenna costruirà un tunnel nelle Filippine

La CMC (Cooperativa Muratori e Cementisti) di Ravenna, una delle cooperative di costruzione con il fatturato più alto in Italia e nel mondo, si è aggiudicata un bando di gara da 68 milioni di euro per realizzare un lungo tunnel nel territorio di Manila, nelle Filippine. Il tunnel sarà lungo 6,4 chilometri e verrà realizzato con la tecnologia TBM (tunnel boring machine) e servirà a collegare il bacino di Ipo con l’impianto di sedimentazione di Bigte.

La durata dei lavori sarà quadriennale, il tunnel infatti dovrà essere pronto e operativo entro il 2020. La Cooperativa CMC aveva già operato nel Paese asiatico nel 2000 e questa è un’ulteriore conferma della professionalità italiana nel settore edilizio e dell’importanza strategica che il mercato asitico ricopre per l’economia del nostro Paese, come sottolinea il presidente di CMC, Roberto Macrì.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 635 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Alluminio e arredi italiani nella Silicon Valley

La celebre area tecnologica statunitense, in particolare la maxi sede del Campus 2 della Apple a Cupertino, avrà pareti di alluminio e arredi italiani. L’azienda bolognese Gruppo Profilati sta infatti

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Edilizia italiana in Australia: Salini Impregilo costruirà ferrovia a Perth

Un’altra buona notizia per l’eccellenza italiana nel settore edile. La ditta Salini Impregilo si è aggiudicata la gara d’appalto per la progettazione, costruzione e la manutenzione di una linea ferroviaria

Viaggi nel mondo dell'edilizia

Fotovoltaico italiano in Iran

Una delle opere di modernizzazione più importante nel medioriente sarà sostenuta da un gruppo di professionisti italiani. Il progetto per una centrale fotovoltaica da 600 milioni di euro sorgerà in