Sono italiani i progettisti del nuovo Museo del Mare in Qatar

Sono italiani i progettisti del nuovo Museo del Mare in Qatar

Il made in Italy è per molti una garazia di qualità, originalità e gusto estetico in tantissimi settori. In relazione alla progettazione edilizia, l’eccellenza italiana è stata selezionata in Qatar per la progettazione del Qatar Underwater Archeological Museum, che una volta ultimato sarà il museo del mare più esteso al mondo e conterrà diversi spazi dedicati alla biologia marina, alla storia che ha avuto il mare come protagonista (battaglie navali, scoperte…), alla pesca, al cinema, alla letteratura e a tutto ciò che riguarda direttamente o indirettamente Mari e Oceani.

Il progetto, presentato in questi giorni a Roma, è stimato in 7 miliardi di dollari e prenderà via a breve la fase di progettazione, che durerà un anno e mezzo, a cui seguirà la realizzazione vera e propria del Museo del Mare a Lusail City che sarà terminato, secondo le stime, entro quattro anni dall’inizio dei lavori. L’idea del progetto è di Francesco Scavelli di Bluimage Productions e le infrastrutture che verranno realizzate sono di Pras Tecnica Edilizia e Schiattarella Associati. I progettisti credono che sarà possibile ammirare la struttura completa già nel 2022, anno in cui sono previsti i campionati mondiali di calcio in Qatar.

Previous Tirana: Evoked, mostra itinerante sull’abusivismo edilizio
Next Matasistem: Bando per architetti under 35

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Decreto anticorruzione: sanzioni quinquennali

Il nuovo governo ha recentemente modificato la disciplina sui reati di corruzione effettuati dalle imprese. Se con il precedente decreto legislativo n. 231 del 2001 le misure interdittive per le

Attualità

Riforma Madia e conferenza di servizi

Entrerà in vigore il 28 luglio il decreto legislativo n. 127 del 30 giugno 2016, che fa parte del corpus della così detta Riforma Madia. Il testo, pubblicato nella Gazzetta

Attualità

Nasce in Sardegna “Tutelami” per tutelare le aziende edili

L’abusivismo e il lavoro in nero crea gravi danni e mancato guadagno alle aziende che pagano regolarmente le tasse. Per questo motivo l’associazione degli artigiani ha lanciato una singolare iniziativa