E-Fattura: 6 mesi di tolleranza

E-Fattura: 6 mesi di tolleranza

La nuova normativa sulla fatturazione elettronica, che verrà meglio esplicata entro questa settimana, prevede l’entrata in vigore entro il 1° gennaio 2019. Tuttavia sarà disposto un periodo di assestamento e tolleranza per il mancato invio, e dunque l’assenza di sanzioni, per i primi sei mesi del 2019 se comunque le fatture verranno inviate entro il termine della liquidazione Iva già previsto. Se la fattura invece partecipa alla liquidazione del periodo successivo (che sia mensile o trimestrale) la sanzione nel periodo di tolleranza sarà ridotta del 20%.

Questo quanto prevede la bozza che verrà allegata alla Legge di Bilancio 2019, in cui si continua a prevedere altresì lo strumento fiscale del ravvedimento operoso per titolari di partita iva. Le fatture elettroniche, dal 1° luglio 2019, dovranno essere emesse e inviate al Sistema di Interscambio (SdI) entro un termine ultimo di 10 giorni. Chi abbia un volume d’affari annuo superiore ai 400 mila euro è tenuto a memorizzare elettronicamente e inviare all’AdE i dati dei corrispettivi giornalieri, obbligo che sarà esteso dal 1° gennaio 2020 a tutti i soggetti che effettuino commercio al dettaglio.

Previous Milano: Convegno su prodotti da costruzione
Next Stop per la Riforma Catasto

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Legge stabilità 2016 e bonus ristrutturazione alberghi

La legge di stabilità nazionale 2016 conferma quanto contenuto nel Decreto legislativo n.83 del 2014 e conferma il credito di imposta pari al 30% per i proprietari di alberghi che

Attualità

Anticipazioni di liquidità per le PA

Il governo ha varato una serie di interventi finanziari a supporto di professionisti e imprese che siano creditrici verso pubbliche amministrazioni ed enti locali. Le PA infatti potranno richiedere un

Attualità

Cassa Edile: al via il contributo di 35 euro per anzianità professionale

Dal mese di maggio è in vigore la nuova normativa che impone un minimale per anzianità professionale APE per chi lavora nel settore edile pari a 35 euro. L’accordo nazionale