Sbloccascuole: nuovi appalti in edilizia scolastica

Sbloccascuole: nuovi appalti in edilizia scolastica

Le scuole italiane sono da sempre un punto critico del nostro Paese, la maggior parte di loro si rivela non idonea in termini di sicurezza o risparmio energetico. Per contrastare questa situazione la Legge di Stabilità del 2016 ha previsto nuovi appalti per migliorare le condizioni generali delle scuole pubbliche italiane. I comuni e le province italiane infatti avranno a disposizione 480 mila euro da destinare ad appalti per la ristrutturazione di scuole esistenti o per la costruzione di nuove scuole nei territori di riferimento.

Per gli enti pubblici è stato creato un sito specifico che consente di acquisire maggiori informazioni sullo Sbloccascuole e inoltrare le domande secondo quanto specificato dalla legge n.208 della legge del 28 dicembre 2015. Le richieste possono essere inoltrate direttamente sul sito www.sbloccabilancio.it fino alle 23:59 del 1° marzo del 2016, previa iscrizione. Il monitoraggio degli interventi e dei lavori appaltati è a carico dell’ente appaltante, che dovrà anche fornire un’anagrafe relativa agli edifici scolastici su cui si intende intervenire da aggiornare anche con le nuove costruzioni scolastiche previste.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 585 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Appalti

Codice Appalti: pubblicati gli esiti della Consultazione MIT

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aveva lanciato lo scorso 10 novembre una consultazione online, dedicata a PA, enti, aziende e professionisti operanti nel settore edilizia e costruzioni, per

Appalti

Correttivo del Nuovo Codice Appalti

Atteso da tempo, è finalmente ufficiale lo schema correttivo del Nuovo Codice Appalti, recentemente presentato dal Governo, contiene ben 245 modifiche oggetto di consultazione del Consiglio dei ministri. Il correttivo

Appalti

Appalti: maggio in ripresa fa risalire il settore

Dopo i primi mesi del 2017 piuttosto negativi in termini di crescita, soprattutto per gli stalli e i problemi sorti con l’applicazione del nuovo Codice Appalti, finalmente a maggio sono