0 1969 Views

Aggiornamento Anac sugli illeciti professionali

L’Anac ha aggiornato il nuovo Codice Appalti con una serie di linee guida, aggiornate al Decreto Legislativo n. 56/2017. Con la sua Determinazione n. 1008/2017 infatti l’Autorità Nazionale Anti Corruzione ha aggiornato le modifiche che erano state introdotte con il decreto. Le così dette Linee Guida n. 6 riguardano in particolare i mezzi di prova adeguati, e la loro precisa indicazione, in riferimento alla dimostrazione di esclusione dalle gare d’appalto.

Come si evince in queste linee guida, sarà considerato motivo di esclusione dalla gara d’appalto l’illecito professionale grave, sia che rientri nel codice amministrativo, civile o penale. In particolare alcune condanne (anche non definitive) fra cui l’abuso esercizio della professione, i reati fallimentari, tributari e urbanistici sono fra le principali cause d’esclusione. La durata dell’interdizione dalle gare, sempre secondo la Determinazione Anac, è pari a 5 anni se la sentenza di condanna non fissa la pena accessoria, se invece è fissata l’interdizione è pari alla durata della pena principale. Le nuove linee guida entreranno in vigore dopo quindici giorni dalla data di pubbicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Previous Progetto Energicamente di Legambiente e Estra
Next R-Energy Day a Sarno

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Appalti

Sospensione norme Codice degli Appalti

In un recente emendamento promosso dalla Lega, sono state sospese diverse norme del Codice Appalti (Dlgs 50/2016). Il congelamento, di fatto, dovrebbe durare fino all’ultimo giorno del 2020 e fa

Appalti

Salta l’attesa Riforma del Codice Appalti

La riforma del Codice Appalti, più volte annunciata dal Governo, è arrivata al tavolo del Consiglio dei Ministri molto più “snella” del previsto. Infatti degli oltre 28 articoli di riforma

Appalti

Nuove regole per le procedure negoziate

È di questi giorni la notizia che anche le imprese non esplicitamente invitate a partecipare a una procedura negoziata per le gare indette da comuni e uffici pubblici potranno comunque