Aggiornamento Anac sugli illeciti professionali

Aggiornamento Anac sugli illeciti professionali

L’Anac ha aggiornato il nuovo Codice Appalti con una serie di linee guida, aggiornate al Decreto Legislativo n. 56/2017. Con la sua Determinazione n. 1008/2017 infatti l’Autorità Nazionale Anti Corruzione ha aggiornato le modifiche che erano state introdotte con il decreto. Le così dette Linee Guida n. 6 riguardano in particolare i mezzi di prova adeguati, e la loro precisa indicazione, in riferimento alla dimostrazione di esclusione dalle gare d’appalto.

Come si evince in queste linee guida, sarà considerato motivo di esclusione dalla gara d’appalto l’illecito professionale grave, sia che rientri nel codice amministrativo, civile o penale. In particolare alcune condanne (anche non definitive) fra cui l’abuso esercizio della professione, i reati fallimentari, tributari e urbanistici sono fra le principali cause d’esclusione. La durata dell’interdizione dalle gare, sempre secondo la Determinazione Anac, è pari a 5 anni se la sentenza di condanna non fissa la pena accessoria, se invece è fissata l’interdizione è pari alla durata della pena principale. Le nuove linee guida entreranno in vigore dopo quindici giorni dalla data di pubbicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Previous Progetto Energicamente di Legambiente e Estra
Next R-Energy Day a Sarno

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Appalti

Appalti: maggio in ripresa fa risalire il settore

Dopo i primi mesi del 2017 piuttosto negativi in termini di crescita, soprattutto per gli stalli e i problemi sorti con l’applicazione del nuovo Codice Appalti, finalmente a maggio sono

Appalti

Proposta Oice per grandi appalti pubblici

L’Oice, che rappresenta le organizzazioni di Ingegneria, Architettura e di Consulenza nel settore delle costruzioni ha proposto alle pubbliche amministrazioni, nell’ambito delle consultazioni del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture,

Appalti

Obbligo del DGUE elettronico

Dal 18 ottobre, secondo quando già previsto nel Codice dei contratti pubblici, il Documento di gara unico europeo (DGUE) dovrà essere reso disponibile esclusivamente in forma elettronica. Fino all’entrata in