0 1709 Views

Le nuove definizioni del regolamento unico edilizio

Gli uffici tecnici comunali, provinciali e regionali tirano un sospiro di sollievo grazie alle 42 nuove definizioni standardizzate, relative al settore edilizio e delle costruzioni, che saranno contenute nel nuovo regolamento unico edilizio. il testo è stato redatto dal ministero delle infrastrutture, della funzione pubblica e dagli enti locali che hanno partecipato alla stesura del nuovo documento.

Il nuovo regolamento farà chiarezza sulle definizioni, per esempio, di superficie accessoria e complessiva, sul volume tecnico, sulla veranda e su tutta una serie di questioni che in passato hanno dato dei problemi nella realizzazione di progetti e nella costruzione di edifici. Un percorso che ha visto la collaborazione di architetti e ingegneri, che da anni si battono per la standardizzazione di termini tecnici per poter fare chiarezza e assicurare migliori prestazioni ai cittadini e alla pubblica amministrazione che si avvale delle professionalità in questione per la costruzione o la ristrutturazione di edifici. Un passo avanti verso la semplificazione e la trasparenza, per stabilire l’omogeneità nel settore su tutto il territorio nazionale.

Previous Nuovi fondi per ricerca e innovazione
Next Protocollo fra Enel e Architetti per il risparmio energetico

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Novità per l’accatastamento dei fabbricati rurali

Il Decreto Legislativo n. 201 del 2011 impone a tutti i Comuni italiani la regolamentazione e l’accatastamento anche per i fabbricati rurali, che negli anni è stato trascurato e ora

Attualità

Master di II livello in Rigenerazione Urbana a Parma

L’Università di Parma, e in particolare il Dipartimento di ingegneria civile, ambiente, territorio e architettura (in collaborazione con la Escuela Técnica Superior de Ingenieros de Caminos Canales y Puertos dell’Universidad

Attualità

Nuovo codice appalti: l’Anac lancia l’allarme da caos bandi

Il nuovo codice appalti in vigore in Italia dal 18 aprile, che recepisce le direttive europee sul settore edile n. 23, 24 e 25 del 2015, contiene anche delle nuove