Protocollo fra Enel e Architetti per il risparmio energetico

Protocollo fra Enel e Architetti per il risparmio energetico

Questa settimana è stato siglato un importante accordo per la promozione della riqualificazione energetica degli edifici, siglato da Enel Energia e dal Consiglio Nazionale degli Architetti. Grazie al nuovo protocollo i professionisti nel settore potranno seguire dei corsi di formazione continua gestiti dall’ente nazionale per l’energia elettrica per restare sempre aggiornati sulle nuove tecnologie e sui nuovi metodi di progettazione per migliorare l’efficienza energetica.

Oltre alla formazione, è previsto un ulteriore snellimento della burocrazia riferita al settore costruzioni e, così come indicato dalla Legge di Stabilità 2016, l’estensione degli eco bonus per il risparmio energetico anche ai condomini: un passo importante per favorire il rilancio edilizio, che già dai primi mesi del 2016 ha dato segni di ripresa grazie all’attenzione legislativa per il settore immobiliare e della riqualificazione energetica per uniformarsi alle direttive europee.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 606 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Prima casa e annullamento agevolazioni

Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione (n. 20265 del 31 luglio 2018), le agevolazioni fiscali sulla prima casa possono essere annullate d’ufficio qualora l’immobile in oggetto sia ceduto

Attualità

Riforma Madia sulla PA: l’evoluzione telematica dello sportello edilizio

Il testo attuativo della Riforma Madia sulla Pubblica Amministrazione (Legge 124/2015) comprende anche importanti norme per velocizzare le pratiche di apertura attività: le comunicazioni relative alle nuove imprese dovranno essere

Attualità

Responsabilità precontrattuale della PA per clausole ambigue

L’Adunanza Plenaria (il massimo organo di Giustizia Amministrativa) ha decretato che le stazioni appaltanti che nei loro bandi hanno delle clausole considerate ambigue e che in questo modo possono condurre