Ance: “l’abolizione delle tasse sulla prima casa porterà rigenerazione urbana”

Ance: “l’abolizione delle tasse sulla prima casa porterà rigenerazione urbana”

La tassa sulla prima casa sarà abolita per tutti a partire dal 2016. Lo ha affermato il Premier Renzi durante la trasmissione televisiva Porta a Porta, nella serata del 7 settembre.

Il Premier ha proseguito dicendo che con questo provvedimento si andrà incontro alle necessità dei tanti italiani che hanno sulle spalle mutui trentennali, su beni che vengono tassati più volte. Chi, invece, possiede una seconda, terza o addirittura quarta casa, è giusto che venga tassato.

Questa operazione, inoltre, ha l’obiettivo di far ripartire un settore, come quello dell’edilizia, tra i più colpiti dalla crisi per l’alto numero di posti di lavoro persi.

In aggiunta al taglio delle tasse sulla prima casa, il settore edile sarà sostenuto in futuro da politiche di demolizione e ricostruzione con maggiori standard energetici.

Ma i sindaci italiani, rappresentati dal sindaco di Torino Piero Fassino, avevano esternato, nei giorni precedenti, la propria preoccupazione relativamente a questi tagli. Nonostante ritengano che la manovra sia un importante aiuto per le famiglie italiane, Imu e Tasi sono il principale tributo che consente ai comuni di erogare servizi.

Il Premier li ha rassicurati dichiarando che sarà dato ai comuni un assegno corrispondente al taglio effettuato.

Il Presidente dell’ANCE, Claudio De Albertis, ha commentato positivamente le parole di Renzi dicendo che le misure messe in campo dal governo porteranno ad una ripresa del mercato. Sarà necessario, inoltre, far diventare più competitive le imprese, così che possano avere un ruolo significativo nella riqualificazione delle città. AD esempio si dovranno sostituire tutti gli edifici inquinanti e poco sicuri, che non rispondono alle esigenze dei cittadini di oggi.

Per favorire questo processo di sviluppo del paese, l’ANCI ha elaborato un pacchetto di proposte, che dovranno essere applicate quanto prima, in ambito economico-fiscale, che favoriscano l’acquisto e l’affitto di alloggi ad alta efficienza energetica.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 569 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

News

Malfunzionamenti per il PortalTermico GSE

Segnalazioni multiple e continue da parte di cittadini che non riescono a utilizzare il PortalTermico dedicato alla richiesta di incentivi per il conto termico stanno diventando un problema per il

News

Entra il vigore il decreto fiscale sull’edilizia

La Manovra Finanziaria 2018, contenente molte importanti novità riferite al settore edile e delle costuzioni, è entrato in vigore lo scorso 6 dicembre con la pubblicazione in Gazzatta Ufficiale. Fra

News

Economia: a rischio le pensioni con il tfr in busta paga

Pur promuovendo la manovra, Bankitalia avverte che esistono dei rischi dovuti al Tfr in busta paga: in futuro, i lavoratori che aderiscono all’iniziativa, potrebbero ricevere pensioni non adeguate: Di conseguenza