0 1477 Views

Fondi ai Comuni per l’efficientamento energetico

Con il Decreto direttoriale del 14 maggio 2019 (Contributi per l’efficientamento energetico e lo sviluppo territoriale sostenibile in favore dei Comuni), pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 122 del 27 maggio 2019, il Ministero per lo Sviluppo Economico ha stanziato 500 milioni di euro a favore dei Comuni italiani per progetti e lavori che prevedano efficientamento energetico di edifici pubblici e sviluppo sostenibili. I fondi sono ripartiti in maniera differente a seconda del numero di abitanti del comune.

I progetti approvati, per poter essere finanziati dal fondo governativo, dovranno essere avviati entro la data del 31 ottobre 2019 e riguardano, oltre l’efficientamento di edifici, l’lluminazione pubblica, l’adeguamento e la messa in sicurezza di edifici scolastici e pubblici in generale e l’abbattimento delle barriere architettoniche. A breve il Ministero pubblicherà online le linee guida operative per i comuni interessati.

Previous Sospensione norme Codice degli Appalti
Next Allarme Amianto

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Bandi

Agevolazioni: apre il Fondo per l’Efficienza Energetica

Dal 20 maggio sarà disponibile online una nuova piattaforma online di Invitalia dedicata a tutte le imprese che intendono presentare una domanda di agevolazione per il Fondo per l’Efficienza Energetica.

Bandi

Primo bando CRESCO Award Città Sostenibili

La fondazione Sodalitas ha promosso tramite il suo sito web il bando di idee CRESCO Award Città Sostenibili, per valorizzare i nuovi progetti a impatto ambientale zero e sostenere la

Bandi

Bando Cariplo “Beni al sicuro”

La Fondazione Cariplo ha aperto il bando “Beni al sicuro”, in cui si invitano imprese e associazioni a partecipare, per promuovere le politiche di conservazione e mantenimento di beni architettonici